Cavese-Rieti 1-1. Vono incolpevole, Manetta da rivedere: le pagelle

VONO 6: Sicuro in un paio di uscite alte, non prova neanche a tuffarsi sull’eurogol del Rieti che vale il pari, non si aspettava una conclusione cos√¨ perfetta.

PALOMEQUE 6: Ordinaria amministrazione nel primo tempo, anche se perde Kanote che grazia la Cavese, si procura il generoso penalty concesso dall’arbitro. Dal 79′ LIA 5:

SILVESTRI 6,5: Il migliore dei centrali, svetta su tutti i palloni alti , arginando nella ripresa Cernigoi e salvando sulla linea la palla della sconfitta, in netta crescita rispetto alle ultime apparizioni.

MANETTA 5: Partita non felice per lui, nel primo tempo il terreno gli gioco brutti scherzi che per poco non regalano ghiotte occasioni al Rieti, leggermente meglio nella ripresa.

LICATA 5,5: Si prende spesso la responsabilità di far partire l’azione aquilotta, il mezzo voto in meno alla sufficienza per la troppa superficialità. Dal 73′ FERRARA 6 si fa notare per un bellissimo cross al centro che non trova sostegno dei compagni.

TUMBARELLO 6,5: Metronomo instancabile del centrocampo aquilotto, sbaglia spesso l’ultimo passaggio per mandare in porta i compagni, intraprendente. Dal 73′ BETTINI 5,5: Cerca di dare sprint alla cavese ma non trova la giusta stoccata.

MIGLIORINI 6: Su un campo del genere, giocare a calcio è difficile, per lui costretto a dettare i tempi, è davvero un’impresa, nel secondo tempo più nel gioco aquilotto.

FAVASULI 6: Tanta fase di contenimento stasera su di un campo reso pesante dalla pioggia, dà equilibrio ad una Cavese ora poco brillante .

FELLA 5,5: Rovina una buona prestazione, divorandosi un rigore in movimento che avrebbe probabilmente chiuso la partita. Dal 79′ NUNZIANTE Sv: Non tocca mai palla, Bettini lo invola ma il difensore lo chiude in angolo.

DE ROSA 6,5: Alla soglia dei 40 anni è costretto ancora a tirare la barca come se fosse un giovanotto, non si arrende mai e trasforma il penalty in modo esemplare.

ROSAFIO 6: Anonimo nel primo tempo, ha il merito di dare il via all’azione del penalty, serve una palla d’oro a Fella per il mancato raddoppio prima del pari. Dal 66′ BUDA 5,5: Ci mette grinta e voglia, ma spesso finisce per commettere falli ingenui, da un calcio piazzato Cernigoi sfiora il gol vittoria.

ANDREA LIGUORI

Condividi