Catanzaro-Savoia 1-1. Bianchi convincono, primo punto dell’era Ugolotti

Arriva il primo punto per il nuovo Savoia targato Ugolotti che, nel postici serale dell’undicesima giornata del Girone C di Lega Pro, ha ottenuto un pareggio sul Catanzaro al Ceravolo. La rete iniziale oplontina porta la firma di un protagonista della promozione, Antonio Del Sorbo, al quarto d’ora della prima frazione di gioco; nella ripresa arriva il pareggio sul rigore di Kamara e le due espulsioni per i bianchi, che condizionano la gara della compagine torrese.

LA PARTITA. I padroni di casa, privati di Vacca e Russotto, scendono in campo con una formazione offensiva, mister Moriero schiera un 4-3-3 formato da Scuffia; Daffara, Rigione, Ferraro, Squillace; Maiorani, Morosini, Ilari; Pagano, Kamara, Barraco. Il Savoia si schiera a specchio con mister Ugolotti che opera alcune variazioni in formazione buttando dall’inizio Del Sorbo che vince il ballottaggio con Cipriani e Di Piazza, ed inserendo nel tridente offensivo Sanseverino. Dopo la consueta fase di studio, la prima occasione è di marca giallorossa con un cross di Squillace che viene male intercettato dal difensore del Savoia, Rinaldi, che per poco non beffa Santurro. La risposta oplontina arriva qualche minuto più tardi e passa per l’asse Scarpa-Del Sorbo, il primo serve l’assist, il secondo calcia a rete impegnano non poco l’estremo Scuffia che si salva in angolo. I bianchi appaiono più pimpanti e alzano la testa senza timore, conquistando il meritato vantaggio al quarto d’ora di gioco con Del Sorbo che, di testa in tuffo, devia in rete l’ottimo suggerimento di Sanseverino. La compagine torrese è galvanizzata dal vantaggio e in rapida successione sfiora il raddoppio, prima con Del Sorbo, servito da Scarpa e poi con quest’ultimo. Anche la difesa ha il suo da fare, il Catanzaro costruisce e si porta in zona d’attacco, ma la retroguardia oplontina tiene botta. A dare una scossa alla compagine giallorossa ci pensa Kamara che gioca un buon pallone ai limiti dell’area di rigore, servendo poi Barraco che calcia a rete, ma Santurro fa buona guardia e scongiura la minaccia. Passata la mezz’ora arriva un’altra occasione importante per il Savoia, con Del Sorbo che calcia dalla media distanza un pallone conquistato fuori area. Gli uomini di Ugolotti continuano a premere sull’acceleratore, stazionando a lungo nella metà campo dei calabresi, senza però riuscire a trovare la rete del raddoppio, andando al riposo in vantaggio di misura, dopo un tiro velenosissimo di Morosini bloccato da Santurro allo scadere.

Nella ripresa si attende il ritorno del Catanzaro che però non arriva, almeno nelle battute iniziali, grazie anche ad un forte pressing del Savoia, che man mano prende campo e difende il risulatato, difendendosi bene e ripartendo veloce. I padroni di casa alzano la testa intorno al quarto d’ora andando vicino al pareggio, ma l’intervento di Sirigu salva il Savoia liberando l’area di rigore. I giallorossi ci provano ancora e trovano la rete del pareggio in modo rocambolesco con Kamara che devia in rete una respinta corta di Santurro, ma il gol viene annullato per fuorigioco. Il francese si rifà cinque minuti più tardi, conquistando il calcio di rigore e provocando l’espulsione di Sirigu che lascia il Savoia in dieci. Dal dischetto si presenta lo stesso Kamara che spiazza Santurro e firma il pari. Subita la rete mister Ugolotti corre ai ripari inserendo Checcucci al posto di Sanseverino, per contenere le offensive del Catanzaro che, con l’uomo in più, aumenta la pressione. Per il Savoia si fa ancora più dura con la seconda espulsione (tre contando quella di Sanserverino dalla panchina) di Calzi, che lascia i bianchi in nove ad un quarto d’ora dalla fine. Il Savoia nonostante la doppia inferiorità numerica non si limita a difendere il pari, spesso si presenta anche in attacco cercando il colpo gobbo. Nel finale è un assolo del Catanzaro che obbliga la compagine biancoscudata a difendersi col coltello tra i denti e con un Santurro in più che riesce a scongiurare ogni minaccia. La gara finisce cos√¨, con il Savoia che conquista il primo punto dell’era Ugolotti, ma che può ben recriminare poich√© nel primo tempo ha meritato un risultato più ampio, anche se nella ripresa, complici le espulsioni di cui si è reso protagonista il signor Serra della sezione di Torino, il match si è concluso in parità.

 

U.S CATANZARO 1929 – A.C. SAVOIA 1908: 1-1 (0-1 pt)
CATANZARO (4-3-3):
Scuffia; Daffara, Rigione, Ferraro, Squillace; Maiorani, Morosini (92′ Pacciardi), Ilari (88′ Martignago); Pagano, Kamara, Barraco. A disp.: Bindi, Di Chiara, Ricci, Cinquegrana, Yeboah. All.: Francesco Moriero

SAVOIA (4-3-3): Santurro; Cremaschi, Rinaldi, Sirigu, Sabatino; Malaccari, Calzi, Gallo; Sanseverino (67′ Checcucci), Del Sorbo (82′ Cipriani), Scarpa (80′ Verruschi). A disp.: Falcone, Sevieri, Di Piazza, D¬¥Appolonia. All.: Guido Ugolotti

marcatori: 15′ Del Sorbo (S), 65′ rig. Kamara (C)
direttore di gara: il sig. Marco Serra della sez. di Torino
assistenti: i sigg. Michele Grossi della sez. di Frosinone e Daniele Stazi della sez. di Ciampino
ammoniti: Kamara (C), Calzi (S), Del Sorbo (S), Barraco (C)
espulsi: Sirigu (S), Sanseverino (s) dalla panchina, Calzi (S)
recupero: 0′ pt, 4’st
angoli: 5-8

 

Gianfranco Collaro

Condividi