Castel San Giorgio. Rotto il naso ad un dirigente: “Vile aggressione”

La società Castel San Giorgio Calcio vuole denunciare l’episodio vergognoso avvenuto oggi allo stadio Domenico Sessa, in occasione della gara di campionato (Eccellenza girone B) contro la Battipagliese.

Un nostro collaboratore, il sig. Salvatore Salierno, incaricato come di consueto di regolare il flusso dei tifosi ospiti nel settore loro riservato, pochi minuti prima del fischio d’inizio della gara è rimasto vittima di una vile e violenta aggressione da parte dei supporters provenienti da Battipaglia.

Uno di questi ha colpito il sig. Salierno con una testata al naso, procurandogli una frattura scomposta al setto nasale, che costringerà il sig. Salierno a sottoporsi a un intervento chirurgico nei prossimi giorni.

La società del Castel San Giorgio, oltre a presentare riserva scritta al direttore di gara, ha inteso formalizzare regolare e circostanziata denuncia alle forze dell’ordine, cos√¨ come farà individualmente il sig. Salierno non appena supererà lo choc per il grave episodio che lo ha visto suo malgrado protagonista.

La società Castel San Giorgio Calcio tiene a sottolineare di essersi attivata fin dall’inizio della settimana per garantire un tranquillo svolgimento della gara, contattando su input dei Carabinieri della stazione di Castel San Giorgio i dirigenti della Battipagliese, rendendo loro noto che il limite massimo di capienza del settore ospiti dello stadio Domenico Sessa è di 70 (settanta) posti.

In tal senso, la nostra società si era detta disponibile a far gestire la prevendita agli stessi dirigenti della Battipagliese i quali, dopo aver in un primo momento accettato, hanno fatto dietro-front nelle ultime 48 ore, facendo inoltre presente che il numero di biglietti riservati ai tifosi bianconeri risultava eccessivamente esiguo rispetto alle possibili presenze nel pomeriggio di oggi allo stadio di Castel San Giorgio.

Si è giunti cos√¨ alla gara odierna, senza ricevere alcuna notizia in merito al numero di tifosi ospiti allo stadio Domenico Sessa, dunque senza la possibilità, da parte della società Castel San Giorgio, di poter predisporre eventuali misure di sicurezza supplementari, volte a garantire un tranquillo afflusso/deflusso dei sostenitori battipagliesi.

Il presidente, i soci, i dirigenti e i tesserati tutti del Castel San Giorgio esprimono la propria massima solidarietà e vicinanza al collaboratore Salvatore Salierno e, al contempo, auspicano che le forze dell’ordine possano presto risalire alle responsabilità del folle gesto che ha macchiato l’odierna giornata di sport.

 

 

 

immagine di repertorio

Condividi