Casoria Calcio. Ottovolante dei viola, Arzano City travolto a Volla

CASORIA

Anastasio, Lucignano, Maione, Rivitti (46′ Manfregola), Amoroso, De Rosa, Simonetti, Paladino, Auricchio (50’Di Tuccio), Ruffo, Guerra. All. Lamanna

ARZANO CITY

Brandi, Langella, Luciano, Di Marzio, Giordano (3′ Russo), Esposito, Mele, Landieri (25′ Cipolletta), Iavarone, Ciotola, Viola. All. Polizio.

Marcatori: Auricchio, Guerra (2), Simonetti (2), Rivitti, Di Tuccio, Amoroso, Luciano (A)

Espulsi Brandi e Cipolletta.

Il Casoria travolge l’Arzano City con un roboante 8-1 e riscatta la sconfitta dell’andata che aveva determinato il cambio in panchina. Da allora, i viola hanno ingranato le marce alte, non hanno più perso una partita e adesso proveranno a giocarsi con il Bacoli il primato in classifica. Peccato solo che i tifosi viola non abbiano potuto assistere alla goleada degli uomini di Lamanna, visto che si è giocato a Volla (a porte chiuse) a causa della squalifica del San Mauro. Il punteggio pirotecnico, comunque, non è solo figlio della superiorità tecnica dei viola ma anche di un episodio che ha inevitabilmente condizionato il match: l’espulsione del portiere ospite Brandi, avvenuta dopo appena due minuti di gioco. I viola hanno avuto il merito di sfruttare subito la superiorità numerica, Auricchio ha sbloccato il risultato su punizione e da quel momento la gara si è messa in discesa, con l’Arzano City incapace di reagire. Tra le note positive di giornata, da segnalare soprattutto il ritorno in campo di Mario Di Tuccio, dopo due mesi di assenza.

La cronaca. Lamanna deve rinunciare allo squalificato Capogrosso e manda inizialmente in panchina Manfregola. I viola partono sparati e Brandi, per fermare Guerra lanciato in solitudine, è costretto a prendere la palla con le mani fuori dall’area di rigore. √à cartellino rosso per l’estremo difensore arzanese. Un sacrificio inutile, perch√© su punizione Auricchio indovina la traiettoria giusta e insacca. Gli ospiti accusano il colpo e al 7′ il Casoria è già sul 2-0: stavolta nessuno ferma Guerra per la rete del raddoppio viola. Al 18′ è Simonetti, ancora su punizione, a firmare il 3-0. La storia del match è ormai segnata, ma i padroni di casa non tirano i remi in barca e al 21′ Rivitti sfrutta un errore della difesa avversaria per calare il poker. √à ovvio che non c’è confronto, per gli uomini di Lamanna è come giocare sul velluto, mentre per l’Arzano City la partita ha assunto troppo presto le sembianze di un incubo. Simonetti centra un palo e al 28′ uno scatenato Guerra mette a segno la rete del 5-0. Come se non bastasse, al 35′ l’arbitro espelle anche Cipolletta per proteste e gli ospiti restano cos√¨ in doppia inferiorità numerica.

La ripresa comincia con lo stesso (inevitabile) copione del primo tempo, con il Casoria che realizza la sesta rete ancora con Simonetti, dopo un’azione rocambolesca sugli sviluppi di un calcio piazzato. La notizia più bella è però il ritorno in campo di Mario Di Tuccio, che aveva giocato la sua ultima partita prima delle festività natalizie. E Di Tuccio partecipa all’abbuffata viola andando a siglare la rete del 7-0. A metà ripresa Luciano firma la rete della bandiera arzanese, mentre nel finale Amoroso, con una pregevole azione personale, suona l’ultimo squillo. Finisce cos√¨ 8-1.

Carlo Cristarelli