Casertana-Savoia 4-1. Falchetti volano, oplontini in caduta libera

Clima estivo con un forte sole che si affaccia sullo stadio Alberto Pinto di Caserta, teatro del derby tra Casertana e Savoia. Una sfida che si è decisa a favore dei falchetti, grazie alla rete di Murolo nella prima frazione di gioco, alla quale si aggiungono quelle di Mancosu, Cissè e ancora Murolo, che alimentano le speranze playoff dei rossoblù; mentre gli oplontini chinano la testa, nonostante la rete del momentaneo pareggio di Partipilo, nutrendo le ultime speranze nella gara col Messina.

LA GARA. Il match parte in sordina, con la Casertana che cerca man mano di prendere il predominio sul terreno di gioco. La prima occasione porta proprio la firma degli uomini di Campilongo, che al settimo sfiorano la rete con Mancino, abile a correggere una conclusione sportca di Agodirin, senza però trovare fortuna. La risposta oplontina arriva qualche minuto più tardi quando Partipilo, timidamente, cerca con un sinistro a giro di impensierire Fumagalli. Botta e risposta, il rossoblù vanno vicini alla rete con Cissè, ma la zampata dell’attaccante non risulta vincente. I bianchi tengono botta, affidandosi alle ripartenze per beffare la retroguardia dei padroni di casa, che continua a fare buona guardia. Alla mezz’ora di gioco i falchetti sbloccano la gara con Murolo che, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, beffa l’estremo Gragnaniello. La compagine casertana sfiora il raddoppio dopo un paio di minuti con Agodirin, ma Gragnaniello in uscita sventa la minaccia. La prima frazione di gioco si conclude con i falchetti in vantaggio nel derby, contro un Savoia che non ha dimostrare di avere la forza necessaria per affrontare un avversario superiore.

Nella ripresa il Savoia trova immediatamente, e in modo inaspettato, la rete del pareggio con Partipilo, calcia in porta, Fumagalli respinge male e il numero 9 raccoglie e manda in rete. La Casertana ci impiega pochi minuti a ristabilire il vantaggio con Mancosu che, servito da Cissè, da sotto porta non sbaglia. Oltre al danno anche la beffa per i calciatori oplontini si ritrovano in dieci, dopo l’espulsione di Sanseverino, a lottare per un pareggio che sembra sempre di più allontanarsi. Il Savoia capitola ancora al 63′, questa volta ad andare a segno è Cissè, che mette la parola fine alle ostilità dopo circa un’ora di gioco. La Casertana dilaga calando il poker ancora con Murolo, che trova la personale doppietta sugli sviluppi di un calcio d’angolo. La gara potrebbe anche finire qui, con i falchetti che gestiscono il gioco, contro un Savoia che inerme sembra attendere solo la fine delle ostilità. Infatti il derby si conclude cos√¨, con la Casertana che trionfa sulla carcassa del Savoia, sedendosi comodamente nel treno dei playoff, mentre per il bianchi è notte fonda, poich√© se in settimana verranno restituiti altri due punti alla Reggina si ritroveranno in ultima posizione ad una giornata dal termine del campionato.

F.C. CASERTANA 1908 – A.C. SAVOIA 1908: 4-1 (1-0 pt)
Casertana (4-3-1-2): Fumagalli; Idda, Mattera, Carrus, Tito; Murolo, Agodirin, De Marco (66′ Cunzi); Mancino (69′ De Liguori); Mancosu (78′ Kuseta), Cissè. A disp.: D’Agostino, Antonazzo, Caccavallo, Diakite. All: Campilongo
Savoia (3-4-3): Gragnaniello; Ricco, Checcucci, Sirigu; Mercadante, Saric, Boilini (74′ Pizzutelli), Giordani (69′ Cremaschi); Partipilo, Cornacchia (55′ Di Piazza), Sanseverino. A disp.: Falcone, Panariello, Leonetti, Scarpa. All.: Papagni

marcatori: 13′, 69′ Murolo (C), 48′ Partipilo (S), 54′ Mancosu (C), 63′ Cissè (C)

direttore di gara: il sig. Andrea Morreale della sez. di Roma 1
assistenti: i sigg. Sangiorgio della sez. di Catania e Abruzzese della sez. di Foggia

ammoniti: Sanseverino (S), Saric (S), Sirigu (S)
espulsi: Sanseverino (S)
angoli: 13-2
recupero: 0′ pt, 5′ st

 

dal nostro inviato allo stadio Alberto Pinto di Caserta, Gianfranco Collaro

Condividi