Casertana. D’Agostino presenta il nuovo Responsabile Marketing

La Casertana pensa già al futuro. Archiviata la stagione da poco conclusa, con l’obiettivo salvezza raggiunto con largo anticipo e l’onore di aver giocato i  play-off (eliminati al primo turno), il club campano non perde tempo ed inizia a programmare i prossimi passi, confermandosi tra le società più lungimiranti della Serie C. Stamani il presiedente dei rossoblù, Giuseppe D’Agostino, ha rivelato agli organi di informazione la nuova area marketing del club presso la sala stampa ‘Mario Iannotta’ dello stadio Alberto Pinto. Il responsabile del settore in questione è Biagio Corrente. Si tratta di un profilo di grande rilievo, un innesto di spessore per la società campana. Corrente vanta undici anni da responsabile marketing del Frosinone e tre anni a capo dello sviluppo brand del Pescara, compagine per cui ha lavorato fino alla stagione appena terminata.

Adesso è tempo di vestire i colori rossoblù per Biagio Corrente che si è presentato alla stampa rilasciando queste dichiarazioni: “Ho una carica di responsabilità importante. Col presidente abbiamo la stessa cultura, quella del lavoro e del rispetto. La nostra idea di marketing è innovativa, già sviluppata con risultati importanti in altre piazze. Si basa su una coesione importante con il territorio, le istituzioni, i partners e i tifosi; quest’ultimi sono i secondi proprietari del club dopo il presidente. Vogliamo creare un rapporto indissolubile tra tutte le componenti. Non si vince se non si va tutti nella stessa direzione. Caserta non è inferiore a nessuno. La categoria è un dettaglio. Per chi fa il nostro lavoro la più grande soddisfazione è dare lustro alla città che si rappresenta. Faremo poche promesse, ma porteremo a termine quelle faremo. Sarà una crescita a step, perché impossibile pensare di farlo da un giorno all’altro. Questo è un territorio importante, su cui insistono aziende di spessore. Faremo tante cose affinchè ci sia la giusta alchimia con tutte le realtà del territorio. I risultati del campo diventano una conseguenza di tutto ciò”.

A parlare della new entry in casa rossoblù è stato lo stesso presidente Giuseppe D’Agostino. Queste le dichiarazioni del patron dei falchetti: “Ha sposato la nostra causa. Vogliamo iniziare a strutturarci in un certo modo soprattutto in prospettiva stadio. Vogliamo pensare in grande. E’ la persona giusta per darci una grossa mano dall’alto della sua esperienza in A e in B”.  D’Agostino ha sfruttato l’occasione anche per fare il punto della situazione al termine della stagione: “Ho letto di un fallimento da evitare. Non è assolutamente così. Certi titoli fanno preoccupare la gente, ma se si è più coerenti ed attenti si capisce che non è così. Posso mai aver realizzato sintetico di 500 mila euro per poi fallire dopo pochi mesi?! Considerando che nella Casertana c’è anche la mia azienda, posso mai permettere un fallimento? Abbiamo chiesto una ristrutturazione del debito così come permesso dalla legge. La Casertana si trova con una serie di rate da pagare all’Agenzia delle Entrate. Abbiamo chiesto una ristrutturazione, con un’unica rata ed un conseguente risparmio. Tutto qui. Cose che fanno tutte le società di calcio e non. Non capisco cosa ci sia di male. Abbiamo fatto questo per avere a fine anno un bilancio in positivo. Questo permette alla Casertana, società di riferimento del progetto del nuovo stadio, di presentarsi a tale momento importante con conti in ordine. Sul campo vogliamo sicuramente migliorarci. Quest’anno abbiamo fatto bene, anzi di più. Ci sono delle lacune, ovviamente, da colmare. Andando ad intervenire proprio lì, partendo con una squadra già composta da gran parte degli elementi, penso che possiamo fare bene. Perché già quest’anno, se non fossimo usciti a Castellammare, saremmo potuti essere la mina vagante”.


Nunzio Marrazzo  (Ph Casertana official page)