Casertana. Confermato il primato col poker all’Akragas

Ad Agrigento per confermare il primato con il Messina che potrebbe accorciare se solo la Casertana non torni a casa con i tre punti. Romaniello lo sa e prepara la partita nella maniera ottimale. All’inizio delle ostilità i falchetti iniziano subito ad attaccare. Calcio di punizione e traversa piena. Akragas in balia dei campani. Per i primi minuti è un monologo casertano. Ci prova Idda, ma è prende il palo al 7¬∞ minuto. Neanche alla mezzora De Angelis suggerisce per Ageyi che ben si inserisce e insacca alle spalle di Vono. C’è subito la reazione, ma Gragnaniello tiene bene e salva il risultato. Alla mezzora Di Piazza trova il gol del pareggio, ma la posizione è irregolare. Passano circa 10′ e Alfageme beffa l’intera retroguardia siciliana che lo crede in fuorigioco. Per l’arbitro la posizione è regolare, l’attaccante corre verso la porta avversaria e trafigge di nuovo Vono sotto le proteste degli agrigentini. Nella ripresa inizia bene l’Akragas, ma la superiorità della Casertana viene subito fuori. Al 7¬∞ minuto arriva il tris grazie ad un’altra ingenuità difensiva ben sfruttata da De Angelis. I falchetti attaccano senza sosta con un De Angelis ispirato. Al 13¬∞ Vono atterra Mangiacasale che aveva saltato la retroguardia biancoazzurra. Al dischetto va De Angelis, ma Vono si fa perdonare e para il rigore. Al 27¬∞ la pratica è chiusa, De Angelis con un eurogol cala il spirarlo sulla partita. La Casertana però non è sazia e cerca anche il quinto gol che non arriva.

AKRAGAS: Vono, Salandria, Sabatino, Almiron, Marino, Capuano, Aloi, Zibert, Di Piazza, Mauri, Leonetti. A disp. Maurantonio, Roghi, Fiore, Savanarola, Vicente, Madonia, Cristaldi, Capraro, Greco, Cappello, Lo Monaco, Alfano. All. Legrottaglie. CASERTANA: Gragnaniello, Rainone, Tito, Rajcic, Idda, Murolo, Mangiacasale, Mancosu, Alfageme, Agyei, De Angelis. A disp. Maiellaro, Gala, D’Alterio, Finizio, De Marco, Kuseta, Pezzella, Ciotola, Negro. All. Romaniello.

Cristina Mariano

Condividi