Casertana-Benevento 2-1. I falchetti domano gli stregoni, decisivo Maikol Negro

Pazzi di questa Casertana. I falchetti non smettono di incantare e di piazzare colpi importanti. Ancora un’altra big che cade sotto i colpi della squadra di mister Romaniello. Doppio Negro e la Casertana batte il Benevento nel superderby tanto atteso.

Una prova di forza che ha visto brillare tutti gli uomini di mister Romaniello, capaci di passare due volte in vantaggio e si soffrire quando all’espulsione di De Falco ha fatto seguito quella del rossoblu Murolo.

Gara subito frizzante. Agyei è tra i più in palla. Appena tre minuti e il ghanese affonda sulla destra e lascia partire un cross velenose che Gori è costretto a deviare in corner. All’8′ Alfageme è costretto a lasciare il campo per un problema muscolare; al suo posto entra De Angelis. Ci prova ancora Agyei dalla distanza, ma il portiere sannita risponde con i pugni. Alla mezz’ora Negro fa la prove generali per il gol. De Angelis lascia partire un cross basso dalla sinistra, l’attaccante salentino taglia sul primo palo ed alza sulla traversa di poco. Tre minuti e il ‚ÄòPinto’ esplode: questa volta è Tito a scoccare il cross dalla sinistra e a trovare sul secondo palo ancora Negro. Il bomber è al posto giusto al momento giusto ed insacca. Il vantaggio, però, viene sciupato prima di andare al riposo. La difesa lascia tutto solo Marotta e quest’ultimo non sbaglia. 1-1.

Ma la Casertana vuole vincerla e nella ripresa riparte subito forte. Due minuti e Maikol Negro trova uno strepitoso gol dal limite dell’area con il pallone che va ad infilarsi all’incrocio. Un gol da urlo. La gara sembra mettersi in discesa quando De Falco rimedia due gialli in un batter di ciglio e lascia il Benevento il dieci al 51′. La Casertana prova ad approfittarne. De Angelis parte in contropiede, ma il suo tiro è facile preda di Gori. Al 70′, però, anche Murolo si becca il secondo giallo. Dieci contro dieci. La Casertana stringe i denti. Muccianti ci prova di testa, ma manda a lato di poco. Allo scadere provvidenziale uscita bassa di Gragnaniello su Lucioni. Finisce 2-1 ed esplode la grande festa.

 

CASERTANA-BENEVENTO 2-1

CASERTANA: Gragnaniello, D’Alterio, Tito, Capodaglio, Idda, Murolo, Mangiacasale (25′ s.t. Finizio) , Mancosu, Negro (42′ st Pezzella), Agyei, Alfageme (8′ pt De Angelis). A disp. Maiellaro, Gala, Guglielmo, Kuseta, De Marco, Ciotola, Varsi, De Filippo. All. Romaniello

BENEVENTO: Gori, Melara, Mucciante, Padella (14′ s.t. Troiani), Lucioni, Del Pinto, Campagnacci (30′ st Som), De Falco, Marotta, Mazzeo (14′ st Ciciretti), Mazzarani. A disp. Piscitelli, Porcaro, Bonifazi, Cisse, Di Molfetta, Mattera, Bianco, Pezzi, Cruciani. All. Cassia

ARBITRO: Tardino di Milano

MARCATORI:33′ pt e 2′ st Negro (C), 46′ pt Marotta (B)

NOTE: Espulsi: 6′ st De Falco (B), 25‚Ä≤ st Murolo (C). Ammoniti: Lucioni, Del Pinto, De Falco, Ciciretti (B) Murolo, Idda, D’Alterio(C)

 

 

Condividi