Cargomar RN Sch√ºco Napoli. Vittoria in terra laziale, Marsili: “Vorrei sempre vincere cos√¨”

Circolo Canottieri Lazio-Cargomar Rari Nantes Schüco Napoli 11-12

Circolo Canottieri Lazio: D’Ascoli, Panecaldo, Sotgiu, Ferraro 3, Montani, Carosi, Pulvirenti, Di Cintio 1, Rella 1, Di Prospero, Casciotta 4, Martella 1, Placidi 1. All. Romani

Cargomar Rari Nantes Schüco Napoli: Cappuccio, Criscuolo 2, Truppa, Maglitto, Occhiello 4, Ricci, Riccitiello 1, Ciniglio, Mauro 5, Scalzone, Renzuto Iodice, Calì, Autiero. All. Marsili

Arbitro: Scarselli (Toscana)

Note: parziali 3-6; 3-3; 3-0; 2-3. Espulsi definitivamente Martella (L) per brutalità e Rella (L) per gioco violento. Uscito per tre falli Scalzone (N). Presenti sugli spalti 50 alunni delle scuole medie di Amatrice, Arquata e Acquasanta.

Roma ‚Äì Seconda vittoria di fila per la Cargomar Rari Nantes Sch√ºco Napoli, che resta a punteggio pieno ed in vetta al campionato. La squadra di Marsili fa suo un altro scontro diretto con una pretendente ai playoff, espugnando con pieno merito la piscina della Lazio. Il punteggio finale, 12-11 per i partenopei, oltre che l’esatta fotocopia di quello con il Pescara, è anche lo specchio fedele di un incontro equilibrato, incerto e palpitante fino alla fine. Un match vinto dai napoletani con la classe, l’organizzazione tattica ed anche con un pizzico di esperienza, contro un avversario di grande spessore.

Partenza sprint della formazione rarinantina che, trascinata da Mauro ed Occhiello, conclude la prima frazione di gioco avanti di 3 reti sul 3-6. Nel secondo tempo Truppa e compagni si ritrovano tra le mani l’occasione per chiudere la partita. Martella, infatti, viene espulso per brutalità ed i padroni di casa restano in inferiorità numerica per 4′. I napoletani, però, non sfruttano l’occasione, sbagliano il rigore del possibile +5 ed alla fine del periodo in superiorità si ritrovano addirittura con un gol di vantaggio in meno, sul 7-9. A fine terzo quarto, poi, arriva l’aggancio sul 9-9. Ultimo tempo dai risvolti thrilling. La parità resiste fino al 10-10, poi la Rari scappa di nuovo avanti (10-12), subisce la rete dell’11-12 e nel finale deve difendere con le unghie e coi denti, con un uomo in meno, lo striminzito vantaggio. La missione riesce e la partita, di fatto, finisce a 20 secondi dal termine, quando i napoletani conquistano palla e possono gestire il possesso fino al termine. Top scorer dell’incontro ancora una volta Mauro, con 5 reti. Bene anche Occhiello (4), Criscuolo (2), Riccitiello (1) ed in generale tutti i componenti della formazione rarinantina.

Siamo stati bravi a non cadere nelle provocazioni dei nostri avversari, sottolinea a fine gara coach Marsili. La Lazio ha attuato un gioco durissimo fin dall’inizio, noi purtroppo non abbiamo saputo sfruttare l’occasione a disposizione per chiudere definitivamente la partita e ci siamo ritrovati nella bagarre. Dobbiamo trovare la quadratura del cerchio a livello tattico, non siamo ancora al top, ma vorrei vincere sempre cos√¨. √à stata una partita di sacrificio per tutti, ma abbiamo dimostrato che non molliamo mai. Siamo una squadra coriacea ed ora abbiamo dalla nostra l’entusiasmo per queste due belle vittorie. Non vediamo l’ora di giocare di nuovo.

La Cargomar Rari Nantes Sch√ºco Napoli tornerà in vasca sabato 4 febbraio alla Scandone contro il San Mauro, primo derby stagionale di campionato.

Rino Dazzo

Condividi