Caos partite truccate nei dilettanti. Trema il Girone I meridionale, accusata una squadra campana

Scoppia il caos di alcune partite truccate in Serie D dove stamane su tutti i giornali si è iniziato a parlare di alcune partitre truccate che coinvolgerebbero il girone I ossia il girone meridionale solitamente campano – calabro – siciliano. Tra le società indagate spicca anche una campana ossia il San Tommaso Calcio per quanto riguarda una partita dello scorso campionato finito anzitempo causa Covid – 19. Ecco quanto emerge dalla Gazzetta dello Sport: ”Terremoto in vista nel girone I, cioè il girone siciliano del campionato di Serie D. Il Procuratore Federale ha informato alcune società del raggruppamento meridionale e molti tesserati dopo una serie di indagini su presunte gare truccate. Un fascicolo di 32 pagine avente come oggetto la “Trasmissione atti da parte della Procura della Repubblica di Enna in ordine a condotte di presunto illecito sportivo poste in essere da tesserati di società partecipanti al Campionato di Serie D 2019-20 (Girone I)” coinvolgerebbe personaggi molto noti nell’ambiente sportivo: dirigenti, allenatori, calciatori. Tta le società coinvolte figurano i nomi di Acireale, Troina, San Tommaso, Gela, Licata, Rotonda, Alcamo e Marsala. I SOSPETTI.

Il procuratore federale Giuseppe Chiné ha firmato la notifica di conclusione delle indagini su alcune partite “sospette” che si riferiscono alla scorsa stagione agonistica ma anche alle precedenti. Gare il cui risultato sarebbe stato truccato ad arte per favorire vincite da parte di soggetti che scommettevano somme di denaro. Fra le gare che sarebbero state alterate figurano anche Acireale-Troina 4-2 del 22 settembre 2019 e San Tommaso-Acireale 0-1 del 9 febbraio 2020. I personaggi coinvolti in Sicilia e Calabria sarebbero una trentina” .

Enzo Papolino