Boxe. Morto “Hurricane” Carter, il pugile ribelle che ispirò film e canzoni

La lotta più difficile della sua vita l’ha messo ko, il pugile statunitense Rubin Carter, è deceduto all’età di 76 anni, malato da tempo di un tumore alla prostata. Meglio conosciuto come “Hurricane”, un vero e proprio uragano sul ring, divenne famoso anche per il suo coinvolgimento in un famoso caso giudiziario, per cui venne accusato ingiustamente di un triplice omicidio commesso il 17 giugno 1966 a Paterson, nel New Jersey. Per questo fu condannato a due ergastoli e scarcerato dopo diciannove anni nel 1985.
Questo caso d’ingiustizia ispirò libri e canzoni, la più famose quella di Bob Dylan intitolata proprio Hurricane, che ebbe un peso decisivo nella riapertura del caso e che nei suoi versi dichiarava apertamente che il pugile era stato accusato perch√© nero. Nel 1999 fu Denzel Washington ad impersonarlo sul grande schermo.