Benevento – Pescara 4-0.Le dichiarazioni di Improta e Inzaghi

Le dichiarazioni dei protagonisti della sfida del Vigorito. Tra preoccupazioni extra-calcistiche e il campo.

Improta :”Dispiace non avere i tifosi ma sappiamo che loro erano con noi, li abbiamo sentiti ogni tanto. Questo non è calcio, assolutamente. Ovviamente prima la salute, tornando al campo abbiamo avuto più fame del Pescara, volevamo vendicare la sfida dell’andata perché faceva troppo male e rimanere a +22 sulla terza e ci siamo riusciti. Abbiamo ovviamente paura come tutti gli italiani, abbiamo comunque una famiglia e bisogna prendere tutte le precauzioni per non peggiorare la situazioni. Contentissimo per il gol, abbiamo un bellissimo rapporto io e Insigne come tutti, però siamo napoletani e lascio immaginare quando siamo insieme come ci divertiamo. ”

Inzaghi :” I ragazzi hanno dimostrato di essere ancora una volta grandissimi uomini, tutto quello che stanno facendo non riuscirà nessuno a repricarlo. Spero che da domani ci fermiamo tutto, perché così non ha più senso nulla e perché tutti hanno una famiglia e dobbiamo tutelarci. Il calcio tornerà quando questa brutta situazione andrà via, cerchiamo di rispettare le normative che ci dà il governo. Mi auguro che si possa ricominciare e festeggiare, visto che manca poco, con la nostra gente. Non sto pensando a nulla, il calcio è quasi uno dei miei ultimi pensieri. Dobbiamo fermarci e basta, non c’è altro. Questa squadra va col pilota automatico, ma dobbiamo tornare con la nostra gente a festeggiare, io non riesco a godermi quello che succede in campo e in 30 anni di calcio non mi è mai capitato. “