Benevento-Napoli 1-2. Gli “Insigne” sugli scudi, le pagelle del derby

Il derby tra Benevento e Napoli finisce con i partenopei che conquistano la vittoria in rimonta, dopo una gara dominata dal punto di vista territoriale, ma che aveva visto i giallorossi chiudere il primo tempo in vantaggio.

Ecco le pagelle del derby:

PAGELLE BENEVENTO

Montipò: Sempre pronto ad opporsi alle conclusioni degli azzurri. Attentissimo sulle conlcusioni, dove riesce a superarsi, non può nulla sulle due reti. Voto 7

Letizia: Spinge tanto in fase offensiva, bravo in fase di ripiegamento. L’ex Carpi gioca una gara gagliarda. Voto 6

Glik: Svolge bene il suo compito, nonostante i suoi clienti non siano facili da contenere. Voto 6

Caldirola: Buon primo tempo, cala un po’ nella ripresa, da un suo errore nasce l’azione del raddoppio del Napoli. Voto 5,5

Foulon: Rischia tanto in fase difensiva, mentre è abile nelle ripartenze. Viene tirato fuori nella ripresa perchè ammonito e poco lucido. Voto 6 – Dal 64′ Maggio: Da il massimo contro la sua ex squadra, assapora l’occasione da rete. Voto 6

Dabo: Buona gara la sua, regge bene l’impatto a centrocampo contenendo quanto possibile. Da il suo supporto anche in fase di costruzione. Voto 6 Dal 64′ Improta: Impalpabile il suo ingresso, nel finale prova a ravvivare la sua prestazione. Voto 5,5

Schiattarella: Grande prova la sua, prova a fare il possibile a centrocampo, anche se c’è qualche sbavatura dettata dalla pressione degli azzurri. Voto 6

Ionita: Stesso discorso fatto per Schiattarella. Voto 6

Insigne R.: Sempre presente nelle sortite offensive dei suoi, trova la prima rete in serie A contro la sua ex squadra, esce ad un quarto d’ora circa dalla fine. Voto 7 – Dal 78′ Di Serio SV

Caprari: Qualche buon spunto in zona d’attacco, abile in fase di copertura. Esce nervoso nella ripresa. Voto 6 – Dal 53′ Tuia: Cerca di dare il massimo, ma dopo il suo ingresso gli azzurri costruiscono la vittoria. Sfortunato. Voto 5,5

Lapadula: Serve l’assist per il vantaggio di Insigne. Tanto movimento, prova a districarsi tra Manolas e Koulibaly, a tratti ci riesce. Voto 6 – Dal 64′ Sau: Il suo ingresso è senza infamia e senza lode. Voto 5

All. Inzaghi: Cambia volto alla squadra, passando da un calcio d’attacco ad uno più attendista. I fatti gli danno ragione, ma non riesce a conquistare punti. Voto 6

PAGELLE NAPOLI

Meret: sempre attento sia nelle uscite alte che basse. Non può nulla sulla rete messa a segno dai sanniti con Roberto Insigne. Nell’’extra time ci mette una pezza sulla conclusione velenosa da calcio di punizione di Sau. Voto: 6.

Di Lorenzo: commette qualche sbavatura di troppo. Da il suo apporto sulla fascia in fase di costruzione, ma non riesce ad intendersi al meglio con Lozano. Voto: 5,5.

Manolas: tiene botta alle offensive dei giallorossi come può. Troppo macchinoso in fase di impostazione. Si rende autore di diversi interventi essenziali, ma al momento del gol si dimostra a dir poco superficiale. Nella prima frazione sfiora il gol con una stoccata di testa che si stampa sulla traversa. Voto: 6,5.

Koulibaly: tiene in mano le redini della retroguardia con autorità. Pulito e attento negli interventi. Efficace in fase di costruzione. Risulta superficiale, però, nel momento del vantaggio dei sanniti. Voto: 6,5.

Mario Rui: sempre propositivo. Corre a tutta forza sulla corsia di competenza, non tralasciando i compiti assegnatogli da Gattuso in fase difensiva. I suoi cross si rendono pericolosi per la difesa giallorossa in innumerevoli circostanze. Nel finale un suo intervento su Maggio salva il risultato. Voto: 6,5.

Bakayoko: provvidenziale il suo lavoro a centrocampo. Efficace sia i fase di impostazione che di costruzione. La sua presenza nella mediana azzurra è un valore aggiunto per la squadra di Gattuso. Nel finale lascia il terreno di gioco per una botta al ginocchio. Voto: 6,5. DAL 74’ Demme: SV.

Fabian Ruiz: prestazione da dimenticare. È troppo statico quando accompagna la manovra. Mai nel vivo del match. Sempre impreciso negli ultimi metri. Voto: 5. DALL’88’ Lobotka: SV.

Lozano: giornata da archiviare per il talento messicano. Spinge tanto e con continuità sulla corsia di destra, ma non riesce mai ad impensierire la retroguardia giallorossa. Voto: 5,5. DAL 58’ Politano: entra con la giusta mentalità. Sfreccia sulla fascia a tutta forza, mettendo in difficoltà la difesa sannita più volte. È lui ad innescare la rete del vantaggio azzurro siglata da Petagna. Nell’extra time sfiora un gol che sarebbe stato d’antologia. Voto: 6,5.

Mertens: così come in occasione dell’AZ Alkmaar, il folletto belga non brilla. Troppo superficiale nelle giocate. Fatica a restare lucido e a mantenere ritmi alti. Voto: 5,5. DAL 58’ Petagna: il suo impatto sul match è devastante. Si cala subito nella verve della gara. Non a caso è proprio lui a regalare agli azzurri la rete del vantaggio, sfruttando un assist al bacio di Politano. Voto: 7.

Insigne L.: il capitano is back. Torna a giocare dal primo minuto sfornando una prestazione di livello. Disputa una partita da capitano vero. Non molla mai, creando più volte pericoli alla difesa sannita. Nella ripresa mette a segno il gol del momentaneo pari realizzando un gol da cineteca. Voto: 7,5. DALL’88’ Ghoulam: SV.

Osimhen: anche questa volta fa tanto lavoro sporco. Gioca di sponda in diverse circostanze, creando spazi interessanti. Battaglia fino alla fine con la difesa sannita. Voto: 6.

All. Gattuso: dopo la sconfitta con l’AZ vede le streghe di Europa League nel primo tempo, diversa è la ripresa, dove la sua squadra conquista la vittoria. Perfetto nei cambi. Voto 7

a cura di Gianfranco Collaro e Nunzio Marrazzo