Benevento, Montipò tra salute collettiva e sogno Serie A

Uno dei protagonisti della super cavalcata del Benevento è senza ombra di dubbio Lorenzo Montipò. Con i suoi 15 clean sheet su 27 presenze è il portiere meno battuto tra Serie A e B, una crescita esponenziale anche dal punto di vista mentale oltre che tecnico. Un classe ’96 che ha già vestito la maglia della nazionale Under-21 e che adesso sogna da vicino la convocazione con la Nazionale maggiore. In un intervista concessa al Corriere dello Sport, il giovane numero 1 ha toccato temi di campo e non solo.

“È davvero difficile fermarsi ora che tutto andava bene ed eravamo veramente al livello ottimale di forma che ci avrebbe permesso di abbattere nuovi record. Quello che abbiamo fatto non può essere cancellato facilmente ma dobbiamo fare di tutto pur di battere questo nemico invisibile, ne va della salute di un intera nazione. Stare lontano dal campo è difficile per tutti, mi alleno tutti i giorni senza trascurare nessun aspetto. Il mister è sempre sul pezzo e cerca di darci stimoli e motivazioni anche in questo momento così delicato, siamo un gruppo straordinario ed unito per un unico obiettivo. Siamo pronti a giocare ogni tre giorni anche a luglio ed agosto se serve per finire la stagione. Sono cresciuto tanto rispetto allo scorso anno, anche come persona mi sento più uomo e meno ragazzo. Come tutti sogno la Nazionale maggiore e lavoro ogni giorno anche per obbiettivi come quello, sento la fiducia della piazza e della società quindi per me viene naturale essere sereno e fare bene.”

Condividi