Benevento. La Curva Sud: “No alla festa promozione, rispetto per le vittime del Covid”

Il Benevento del presidente Ciro Vigorito la prossima stagione farà ritorno nel calcio che conta. È questione di tempo e poi la società giallorossa potrà finalmente gustarsi l’ebrezza della promozione nella massima competizione italiana. Una Serie A che la strega ha saputo conquistarsi mandando in atto un cammino a dir poco perfetto. A dimostrarlo sono i record su record collezionati sin qui e l’enorme solco creato con le altre pretendenti al titolo.

Dopo aver dominato in maniera netta il campionato cadetto, il club giallorosso di mister Filippo Inzaghi si appresta a fare il proprio ingresso nei top club del calcio italiano, posto che più si addice alla società sannita. Ma nonostante il leggendario tragitto, la fatidica promozione molto probabilmente non verrà festeggiata, quantomeno per le strade della città. Una decisione che è stata presa come forma di rispetto per tutte le persone finite vittime dell’acerrimo Covid-19. La proposta arriva proprio dalla parte calda del tifo giallorosso. Infatti, la Curva Sud, attraverso un comunicato diffuso sulla propria pagina Facebook, ha invitato il popolo giallorosso a non festeggiare il tanto agognato ritorno in Serie A per lanciare un segno di vicinanza alle persone che non ce l’hanno fatta in questa ostica emergenza causata dal Coronavirus.

Ecco la nota della Curva Sud: “Sembra essere quasi certo che, qualunque sarà l’esito del campionato, il Benevento militerà nel campionato di serie A nella prossima stagione. Un traguardo che ci inorgoglisce, capace di dare lustro a una terra spesso bistrattata per inadempienze politiche. Nel calcio stiamo trovando un riscatto importante e non possiamo in alcun modo sciupare questa nuova opportunità. La pandemia, però, ha condizionato la vita di tutti. I morti sono stati innumerevoli, quindi cogliamo l’occasione per esprimere il nostro diniego verso forme di festeggiamenti in piazza o caroselli vari, dopo la certezza della promozione. E’ una forma di profondo rispetto verso chi non ce l’ha fatta, ma anche nei confronti di coloro che versano in condizioni economiche critiche a causa dell’emergenza. Non mancherà un doveroso omaggio nei confronti della società e della squadra, capaci di riportarci nel punto più alto in assoluto. La nostra speranza è quella di tornare al più presto allo stadio, perché il calcio senza cori, bandiere e tifosi sugli spalti non può essere definito tale. Questo incubo finirà anche quando potremo riprendere posto in Curva Sud, pronti a sostenere come sempre i colori giallorossi e per dare un contributo importante nel difendere una categoria che questa squadra, sudando con dedizione la maglia, ha conquistato in maniera esaltante. Non vediamo l’ora di essere al vostro fianco, insieme possiamo tutto.

Curva Sud Benevento”.

 

Nunzio Marrazzo 

Condividi