Benevento-Juve Stabia 1-0. Caserta: “Abbiamo fatto una grande gara fino al gol”

Juve Stabia ancora ko. Le vespe di mister Fabio Caserta, dopo le sconfitte incassate per mano di Pescara e Livorno, cadono anche al Ciro Vigorito nel derby contro il Benevento di Filippo Inzaghi. Nonostante la superiorità numerica avuta praticamente per l’intera gara a causa dell’espulsione diretta di Caldirola, la squadra gialloblù è andata al tappeto al cospetto della capolista del campionato cadetto per 1-0, incassando il terzo ko consecutivo. A piegare la formazione termale, dopo un primo tempo a reti bianche, è stato proprio l’ex gialloblù Marco Sau con una rete di rara fattura messa a segno nel rush finale del match. Un gol che ha permesso al Benevento di ipotecare la promozione in Serie A, chiudendo il campionato in testa con sette giornate di anticipo (eguagliato il record dell’Ascoli 77-78). Una sconfitta amara per la Juve Stabia che vede sempre più vicina la zona calda della classifica. Nonostante un avvio disastroso alla ripresa del campionato dopo il lungo stop procurato dal Covid-19, le vespe si vedono ancora in acque calme grazie alle diverse battute d’arresto avute dalle dirette pretendenti alla salvezza.

Ad analizzare la dura sconfitta in casa Juve Stabia è stato proprio mister Fabio Caserta ai microfoni ufficiali del club gialloblù: “Come ci capita spesso ultimamente, anche con il Benevento siamo stati puniti al minimo errore. Dai ragazzi è stata fatta una prova importante fino al gol di Sau (71’). Paradossalmente quando i sanniti sono rimasti in dieci, abbiamo avuto più difficoltà perché loro sono una grande squadra e sanno difendere molto bene anche in inferiorità numerica mettendosi dietro la linea della palla. Loro sono stati bravi ad aspettare e a ripartire, anche se non abbiamo concesso niente. Al minimo errore continuiamo a prendere gol. Elia in versione terzino? Ha fatto una partita eccezionale contro avversari davvero molto forti. Fino alla rete del Benevento abbiamo fatto una buona gara. Poi una volta incassata la rete non siamo più riusciti a ritornare sulla retta via. Le difficoltà per raggiungere la salvezza le conoscevamo già dall’inizio. Il lungo stop ci ha penalizzati tantissimo. Abbiamo disputato un buon match contro una squadra che ha dominato un campionato dall’inizio alla fine. È un momento molto delicato per noi. Non dobbiamo assolutamente perdere di vista l’obbiettivo e restare compatti anche in un momento ostico come questo”.

 

 

Nunzio Marrazzo 

Condividi