Benevento-Brescia 4-0. Strega incantatrice, poker alla Rondinelle

Quarta vittoria consecutiva per il Benevento Calcio dopo il KO di Trapani. La squadra di Marco Baroni torna, in attesa dei posticipi, sul podio della Cadetteria grazie alla vittoria contro il Brescia Calcio

Un primo tempo tutto ad appannaggio dei sanniti, che già nei primi minuti provano a sbloccare il risultato, ma nonostante le ripetute occasioni il gol arriva solo al 35′ in seguito all’espulsione di Sbrissa per doppia ammonizione. Il protagonista assoluto è Chibsah che dopo tre occasioni riesce a trovare il gol su assist di Ceravolo. Il Brescia anche in parità numerica non riesce a creare dei seri pericoli per il Benevento, se non fosse per un contatto dubbio tra Lopez e Caracciolo, che per l’arbitro non è rigore.

La partita dei sanniti va in discesa in seguito sia al gol, ma anche e soprattutto per la seconda espulsione, un po’ generosa, per il Brescia. Tocco incriminato di Torregrossa, ma rosso decisamente esagerato.

Il secondo tempo non regala trame differenti, ma anche il Benevento risento della doppia superiorità numerica. I giallorossi creano tantissimo ma non riescono ad allungare il distacco. Il Brescia prova a farsi vedere, ma se già in 11 contro 11 era difficile scardinare la miglior difesa del campionato, senza due uomini è quasi impossibile. Di grande importanza anche l’effetto Vigorito. I sanniti non escono sconfitti dal proprio stadio da circa due anni, ben 37 partite con risultato utile.

Imprecisione a parte, la squadra di Baroni resta solida sia in attacco, che in difesa, ma perde un po’ di cattiveria di fronte ad una quasi domata avversaria. La partita finisce in goleada, 4 a 0 per i padroni di casa, ma le tre reti successive arrivano solo negli ultimi dieci minuti del match.

Dopo il recupero ed il triplice fischio il Benevento esce dal campo con il terzo posto in tasca e 12 punti guadagnati in tre partite. Una corazzata, quella giallorossa, che ormai non sorprende più, n√© per risultati n√© per gioco.

Cristina Mariano