ph credit: Guido del Sorbo (Cronache del Sannio)

Benevento- Alessandria 4-3. Gol e spettacolo tra Sanniti e Piemontesi, primi tre punti sudati per Caserta e i suoi

Esordio in campionato per il Benevento che al Vigorito è pronto a ospitare l’Alessandria. Confermato il 4-2-3-1, con modifiche nel reparto avanzato rispetto alle scorse uscite. C’è Insigne sulla trequarti, con Elia a destra e Improta a sinistra. Sau è il terminale offensivo.

La cronaca- La prima occasione la affonda l’Alessandria che passa anche in vantaggio, in maniera del tutto inaspettata. Chiarello vede Corazza e lo serve, Pastina non chiude bene e l’attaccante ospite insacca con un pallonetto che beffa Paleari che aveva abbozzato l’uscita. La risposta dei padroni di casa affidata alla punizione mancina di Roberto Insigne, tiro insidiosissimo ben respinta da Pisseri. Benevento che continua a spingere, punizione affidata a Calò che va di potenza e mette sulla traversa. Azione personale di Letizia che recupera e rientra verso l’area di rigore, Beghetto non lo tiene ed è costretto alla trattenuta fallosa che manda dal dischetto i padroni di casa. Dagli undici metri va Insigne, Pisseri va giù alla grande e para. VAR che richiama però Di Bello e segnala che Pisseri non era con entrambi i piedi sulla linea, il penalty si ripete. Ancora Insigne vs Pisseri, stavolta l’esito cambia, palla da una parte e portiere dall’altra, 1-1. Alessandria vicino alla rete dell’raddoppio, palla vagante sulla quale si avventa Mustacchio che uccella di testa Paleari in uscita, palla di un soffio a lato. La garra di Ionita che strappa un pallone al limite e botta di collo esterno, palla sulla traversa a Pisseri battuto che fa tremare i Grigi, Benevento che continua a dare fastidi alla squadra di Longo con grande convinzione. Benevento colpito però ancora a sorpresa, angolo di Chiarello per la testa di Arrighini che si avvita male ma la palla batte sulla tibia di Corazza che da 4 passi batte Paleari. Nuovo vantaggio Alessandria, nel momento migliore dei padroni di casa. Benevento che continua ad attaccare a spron battuto, contropiede personale di Improta che cerca e trova il fondo e va al traversone, Parodi devia male battendo il suo portiere Pisseri. Nuovo pari allo stadio Vigorito, 2-2. Inizia la ripresa, non finiscono le emozioni. Sau prova a calciare ma viene chiuso da Parodi, lo stesso Sau difende la palla e apparechia a rimorchio per Foulon che controlla e calcia, non perfette Pisseri con i piedi e palla in rete per il 3-2. Benevento per niente sazio e che continua ad attaccare e fare anche gol. Accelerazione di Letizia che cambia gioco su Improta, stop e mirino impostato verso l’angolino e gol per il forte esterno. 4-2 per gli uomini di Caserta, Alessandria che subisce i Sanniti. Lombardi che hanno un nuovo sussulto, errore di Calò che lancia in porta Chiariello che ci prova in corsa, superlativo Paleari che salva. Ancora Alessandria, cross di Casarini per la testa di Corazza, palla che fa la barba al palo uscendo di un cm, trema il Benevento. Orrore Calo-Paleari, il portiere travolge Palombi che aveva rubato palla a Calo , serve il VAR a Di Bello per decretare il rigore. Dagli undici metri va Corazza, palla da un lato e Paleari spiazzato. Tripletta per Corazza e 4-3, spettacolo a Benevento. Gol e spettacolo a Benevento, parte forte il Benevento di Caserta che si prende i primi 3 punti della stagione.

Benevento (4-2-3-1): Paleari; Letizia, Glik, Pastina (1’st Barba), Foulon; Ionita (42’st Vokic), Calò; Elia (29’st Acampora), Insigne (42’st Ionita), Improta; Sau (20’st Moncini). A disp.: Manfredini, Basit, Kragl, Di Serio, Masciangelo, Talia, Sanogo. All.: Caserta

Alessandria (3-4-3): Pisseri; Benedetti (15’st Mora), Di Gennaro, Parodi; Mustacchio (15’st Pierozzi), Casarini, Ba (42’st Giorno), Beghetto; Chiarello (40’st Marconi), Corazza, Arrighini (15’st Palombi). A disp.: Crisanto, Russo, Orlando, Speranza, Giorno, Ghiozzi, Kolaj, Celesia. All.: Longo

Arbitro: Di Bello di Brindisi. Assistenti: Scatragli di Arezzo e Garzelli di Livorno. IV ufficiale: Carella di Bari. VAR e AVAR: Dionisi di L’Aquila e Bottegoni di Terni

Ammoniti- Benedetti(Alessandria), Ba(Alessandria), Improta(Benevento), Elia(Benevento), Acampora(Benevento)

ph credit: Guido del Sorbo (Cronache del Sannio)