Avellino. Scopriamo il prossimo avversario dei lupi, la Vis Artena

Reduce dalla sconfitta esterna contro il Racing Aprilia, l’Avellino di Archimede Graziani si vede costretto a mettere il piede sull’acceleratore in vista della prossima sessione di mercato e soprattutto della prossima sfida di campionato. Gli irpini già andati sul mercato, ancora non hanno visto all’opera i nuovi arriviati, Di Paloantonio e Capitanio.

Diventa, quindi, rovente il clima in cui verte attualmente la squadra e la società, che proprio non riesce più a trovare la continuità, in particolare in trasferta. Intanto, domenica arriverà tra le mura amiche del Partenio-Lombardi la Vis Artena, squadra attualmente con due punti di ritardo sui lupi sbattuti fuori dalla zona play-off nonostante i suoi 21 punti a pari merito con lo stesso Aprilia e il Sassari Latte Dolce.

Diventa quindi fondamentale trovare i tre punti nella tana dei lupi, dove arriverà la formazione di Francesco Punzi, allenatore giovane e che fa giocare un ottimo calcio alle sue squadre. L’ex Albalonga ama schierarsi con il 3-5-2, modulo polivalente che permette alle squadre di avere una buona copertura, ma anche di proiettarsi in avanti con estrema facilità, creando superiorità numerica in caso di attacco corale.

La Vis Artena galleggia a pochi passi dalla zona play-off nonostante stia attraversando un periodo non particolarmente positivo dal punto di vista dei risultati. Infatti, la squadra laziale arriva da un poker di uscite che hanno portato solo 4 punti, figli di una vittoria e un pareggio. Sicuramente positivo notare come la formazione di Punzi abbia un andamento molto equilibrato sia in casa che in trasferta. L’Artena infatti ha conquistato 10 punti tra le mura amiche e 9 in trasferta. Andamento equilibrato anche nella fase realizzativa, molto bassa la differenza tra le reti fatte e quelle subite.

Al Partenio arriverà una squadra pronta a giocarsi la partita a viso aperto e senza timore reverenziale nei confronti della blasonata Avellino. Dal canto suo, però, gli irpini dovranno tenere ben salde le linee per non lasciare spazio d’azione ad una squadra che arriva al gol con estrema facilità. Lo racconta lo stesso calendario della formazione laziale, dove è bem chiaro che la Vis Artena è rimasta a secco solo in due occasioni, riuscendo praticamente sempre a trovare la porta.

Il miglior marcatore dei laziali è Lorenzo Persichini, con quattro marcature all’attivo e un assist. L’Avellino, però, deve tenere gli occhi ben aperti anche su Antonio Pagliaroli, assist-man della squadra, con 5 suggerimenti andati a buon fine e tre marcature. Numero, quest’ultimo, pari a quello registrato da Gioele Origlia e Panella.

Cristina Mariano