Avellino. Rivoluzione in atto, diversi giocatori alla porta

Sembrerebbe in atto un vera e propria rivoluzione in casa Avellino. Il direttore sportivo del club biancoverde, Vincenzo De Vito, è costantemente al lavoro per cercare di consegnare nella mani di Roberto Taurino una squadra pronta a prendersi la scena nella prossima stagione di Serie C. La società del presidente Angelo Antonio D’Agostino prima di comprare, starebbe tentando di liberarsi dei giocatori che non fanno parte del progetto tecnico-tattico di mister Taurino.

Alla porta, pronti a dire addio all’Avellino, ci sono molteplici giocatori. Quasi sicuramente lasceranno l’Irpinia Francesco Forte, Salvatore Aloi, Riccardo Maniero, Luigi Silvestri e Vincenzo Plescia. Alla lista dei partenti si sarebbero aggiunti anche Fabio Tito e Simone Ciancio. Non è da escludere che qualcun altro potrebbe aggregarsi a questo elenco. Sono, invece, sei i calciatori che sicuramente resteranno ai lupi. L’Avellino avrà come base da cui ripartire giocatori come Claudiu Micovschi, Alberto Dossena, Mamadou Kanoute, Antonio Matera, Pasquale Pane e Antonio Pizzella.

Mentre tra i nuovi arrivi, salvo colpi di scena, dovrebbe esserci Carlo De Risio, di proprietà del Bari ma reduce dal prestito al Pescara. Il direttore sportivo Vincenzo De Vito sarebbe riuscito ad accaparrarsi il calciatore classe 1991 dopo un incontro avvenuto stamani con il ds biancorosso Ciro Polito. Carlo De Risio è un profilo già noto alla piazza irpina, visto che lo stesso centrocampista ha già indossato la maglia dell’Avellino in occasione dell’ultimo anno in Serie B dei lupi. Al centro della discussione c’era anche Manuel Scavone, per il quale non è stato trovato un accordo.