Avellino. In attesa dell’ufficialità. Chi è Mimmo Toscano?

Manca solo l’ufficialità, ma come ha dichiarato ieri Walter Taccone ormai è tutto definito con Mimmo Toscano.

Conosciamo meglio il prossimo allenatore dell’Avellino.

Domenico Toscano ha iniziato la sua carriera da allenatore nel 2006 alla guida della formazione Berretti del Rende, ultima squadra in cui ha militato prima di lasciare il calcio giocato. Nel 2007 va al Cosenza, dove conquista due promozioni consecutive una dalla D alla Seconda Divisione di Lega Pro e la seconda dalla Seconda alla Prima Divisione di Lega Pro. La sua avventura sulla panchina dei silani si conclude nella stagione 2009/2010, a 5 giornate dal termine del campionato. Nella stessa stagione perde la finale di Coppa Italia di Lega Pro. Quello col Cosenza non è un vero addio, perch√© la dirigenza rossoblù prima dell’inizio del nuovo campionato fa dietrofront e lo richiama. Il Cosenza-Bis finisce molto presto, prima dell’inizio della nuova stagione calcistica, ma nel gennaio 2011 viene richiamato per la terza volta. Anche questa volta la sua permanenza ha breve durata. Dopo 21 giorni viene nuovamente esonerato.

Nel 2011 viene chiamato a sedere sulla panchina delle Ternana, anch’essa in Lega Pro. Conduce la squadra umbra in Serie B con due giornate di anticipo e viene premiato con la panchina d’oro di Prima Divisione. Nella stagione successiva fa il suo esordio nella serie cadetta. Un brutto ricordo, visto che alla prima di campionato perde contro la Pro Vercelli. A dicembre inizia un corso a Coverciano. Resta sulla panchina degli umbri fino a dicembre 2013, quando viene esonerato in seguito alle brutte prestazioni del girone di andata.

Nel luglio del 2014 viene ingaggiato dal Novara, appena retrocesso. Quella per Toscano fu una stagione molto positiva. Vince il campionato e viene promosso in Serie B. Inoltre conquista la Supercoppa Italia di Lega Pro. Al termine della stagione non viene confermato e torna alla guida della Ternana, dove resta fino a settembre 2015 a causa delle brutte prestazioni della squadra.

Il tecnico di Cardeto è un amante del 3-5-2. Nel corso della sua stagione ha raccolto una media di punti pari a 1.48 a partita. La sua percentuale di vittorie è del 38% circa.

Cristina Mariano