Atletico Frattese. I nerostellati ingranano la “quinta”, battuto il Real Pozzuoli

Nell’ultima partita del girone d’andata, i ragazzi di Mister Saviano,squalificato per un mese, battono il Real Pozzuoli con il risultato di 5-2 ed allungano a 6 punti sulla seconda, Ciro Vive.

Prima fase di studio tra le due formazioni,la partita la sblocca il bomber Gagliardi che raccoglie un ottimo assist del centrale Del Prete G.
Il raddoppio è ancora di Gagliardi che raccoglie l’imbucata del neo tesserato Del Prete P. spizzando la palla quel po’ che basta per gonfiare di nuovo la rete. Il Real Pozzuoli accorcia le distanze su un errore difensivo Nerostellato. La prima frazione di gioco termina con il risultato di 2-1 per i padroni di casa, menzione va fatta anche per i circa 250 tifosi accorsi al centro Oasis per assistere alla sfida al vertice del girone C.

Il secondo tempo comincia con il pareggio ospite,che fissa il risultato sul momentaneo 2-2. L’Atletico Frattese del presidente Gagliardi non accusa il colpo anzi ripassa subito in vantaggio con il pivot classe 95 Di Lorenzo,lesto a spedire in rete una palla vagante nell’area ospite.
Il gol della sicurezza è del laterale Paolillo,autore di una giocata che strappa un lunghissimo applauso. A nulla serve il forcing ospite con il portiere di movimento,sono i Nerostellati a sfiorare prima la rete con un lob che si stampa sulla base del palo e poi a chiudere i conti sul 5-2 con la rete di Del Prete G., che sfrutta una deviazione ospite per mandare in estasi i propri tifosi.

“Siamo solo a metà dell’opera, oggi abbiamo vinto con una squadra attrezzata ma dalla prossima si riparte, dobbiamo affrontare di nuovo tutti consapevoli che per noi saranno 10 finali. La vittoria la dedico ai nostri tifosi,oggi davvero sesto uomo in campo” le parole del capitano Cesaro.

“Al giro di boa siamo in vetta e vogliamo restarci fino alla fine, consapevoli che il cammino è ancora lungo;cominceremo il girone di ritorno riposando accumulando energie positive per lo sprint finale” il pensiero di un entusiasta ed emozionato Di Martino a fine gara.