Atletica. “Maratona di Berlino”, il casalese Natale taglia il traguardo: “Ci sarò anche a Londra”

Casal di Principe presente anche alla ‚ÄòMaratona di Berlino’. A rappresentare la città il consigliere comunale nonch√© presidente e allenatore della squadra di calcio Casale 1964 Enricomaria Natale. Il politico e sportivo casalese è riuscito a completare tutti i 42,195 chilometri e a tagliare il traguardo situato poco dopo la Porta di Brandeburgo, uno dei più importanti monumenti di Berlino e di tutta la Germania da oltre due secoli e al tempo stesso simbolo e punto di riferimento. Ci sono stati oltre 45mila partecipanti e grazie al percorso quasi interamente pianeggiante, oltre che straordinariamente bello e affascinante, la Maratona di Berlino è una delle gare più spettacolari del mondo e seconda, per numero di partecipanti, solamente a quella di New York. Il percorso si snoda attraverso la città di Berlino, partendo e arrivando dal Tiengarten, il polmone verde di Berlino. Ci sono stati spettatori di tutte le nazionalità, innumerevoli bande, gruppi musicali e animazione che hanno fatto da cornice a questo meraviglioso evento, rendendolo unico e indimenticabile per ogni atleta. Correre tra le strade di Berlino al fianco di atleti campioni del mondo ed olimpionici è stato semplicemente indescrivibile. Migliaia di persone su tutto il percorso non hanno mai fatto mancare il loro calore e il sostegno incitando tutti i maratoneti a continuare affrontando anche la fatica. C’erano anche tantissimi italiani a fare il tifo e questa è stata un’altra cosa fantastico che non dimenticherò mai. Enricomaria Natale è un maratoneta della Federazione italiana di atletica leggera e spiega cosa serve fare per arrivare pronti a questi appuntamenti: Ho percorso oltre 30 maratone regionali e mi sono allenato 6 volte a settimana negli ultimi 6 mesi. Ci vuole grinta e tantissimo impegno. Per ora ho realizzato questo sogno ma non voglio fermarmi perch√© ad aprile c’è la maratona di Londra e già mi sto preparando per riuscire a fare bella figura e portare il nome della mia città, Casal di Principe, sempre più in alto.

Condividi