Athletic Ottaviano Futsal. Il capitano Pinticello: “Vogliamo rendere orgogliosi città e tifosi”

La pausa natalizia del Campionato di Serie C femminile è ormai giunta al termine e domani le varie società di questo campionato 2016/2017 torneranno in campo per la 10¬∞ giornata; questo 2016 calcistico si è chiuso con un evento importantissimo per tutto il futsal femminile campano e cioè la Coppa Campania, vinta dalle ragazze di Ottaviano. Per Sport Campania ascoltiamo due protagoniste di questo gruppo: Giusy Miranda e il Capitano Maria Ponticello.

 

Ciao Giusy, per te un’altra avventura in questo campionato di serie C, ma con una nuova maglia; come mai questa scelta?

“Si, eccomi qua per l’ennesima avventura. Dopo 3 anni passati sui campi come allenatrice/giocatrice ho deciso di rimettermi in gioco solo come calcettista per prendermi ancora qualche soddisfazione. Avevo sentito parlare bene di Iamunno quando allenava l’Isef nel mio paese, e ho pensato che con lui avrei potuto dedicarmi solo a giocare e nello stesso tempo avrei avuto l’opportunità di accrescere le mie conoscenze in qualità di allenatrice. La scelta è stata però molto difficile perch√© ho dovuto abbandonare le mie atlete, quelle a cui ho lasciato una parte di me. E quindi mi sono ritrovata a Ottaviano, dove ho avuto l’occasione finalmente di avvicinarmi a casa mia”.

 

Scelta che ti ha premiato vincendo la Final Four di Coppa Campania, giusto?

“Si. La scelta è stata quella giusta, ma d’altronde quando in estate mi vidi con mister Iamunno mi resi conto che i presupposti erano tutti quelli di una squadra che era stata costruita ad hoc per ottenere ottimi risultati. La conquista della Coppa Campania è stato solamente uno degli obiettivi fissati ad inizio stagione: ora però occorre continuare con lo stesso impegno e la stessa umiltà perch√© ci aspetta la fase nazionale che sarà ancora più impegnativa”.

 

Il tuo rapporto con il capitano e con il gruppo come è stato all’inizio?

“Con Maria,il capitano, non avevo mai avuto l’opportunità di condividere un’esperienza calcistica, e questa nuova avventura ha confermato e rafforzato il rapporto di stima reciproca che da sempre ci univa. La grande forza di questa squadra è che siamo molto affiatate e anche se abbiamo alle spalle molta esperienza, ci siamo messe tutte alla prova pronte a recepire gli insegnamenti del mister con estrema umiltà!

Fino a giugno ho allenato e giocato nell’ Afragirl e sapere che oggi, proprio con questa squadra ci contendiamo il campionato non mi sembra vero! Per me è stato molto particolare, a livello emotivo, giocare contro la mia ex squadra sia la partita di andata di campionato che la semifinale di coppa. E credo che la partita di ritorno mi susciterà le stesse emozioni. Colgo l’occasione per salutare le amiche che giocano l√¨ e in particolare Tetta e la Cucciniello a cui sono particolarmente legata e capitan Salzano ( in bocca al lupo anche per la rappresentativa!!) Poi faccio il tifo per la Moraca, affinch√© le sue doti siano premiate con la convocazione in nazionale!”

Ora chiediamo al tuo capitano, Maria Ponticello, le sue impressioni sulla Final Four, e su questo campionato 2016/17.

“Abbiamo preparato le final four nei minimi particolari con il Mister, le squadre avversarie ci hanno tenuto testa e quindi un plauso va anche all’Afragirl e alla Bisaccese che si sono dimostrate degne avversarie. Giocare la Coppa Campania e vincerla alla prima occasione è stata una bella emozione, ma non dobbiamo montarci la testa perch√© adesso ci aspettano le fasi nazionali dove incontreremo squadre più organizzate, ma non ci faremo trovare impreparate.

Personalmente credo che il campionato regionale sia stato strutturato male, considerando che siamo più di 20 squadre, suddivise in 3 gironi non rende giustizia alle società partecipanti sia per chi ha voglia solo di divertirsi e sia per quelle squadre che puntano ad obiettivi importanti.

Per quanto riguarda il nostro girone, ad oggi, posso dire che se siamo in testa alla classifica non è assolutamente per demerito delle nostre avversarie, siamo un gruppo in crescita e lavoriamo sodo per cercare di rendere orgogliose la società e la città che rappresentiamo”.

 

Raffaella Di Bello