Ares Mola-Bisceglie 2-1. Continua il sogno playoff sotto il segno della “s”

Sotto il segno della S, Sardella e Sabato, l’Ares Mola batte 2-1 il Futsal Bisceglie e vede i playoff (quindici punti di vantaggio sul Manfredonia sesto, a cinque giornate dalla fine del campionato). Determinante è stata anche la S di Schembri, soprattutto nella ripresa, ma ancora una volta, nel dizionario di mister Di Bari è la Squadra ad occupare il ruolo di protagonista. Battere il Bisceglie dopo la settimana dell’impegno di Coppa a Colleferro non era affatto semplice, ma con tanto sacrificio l’Ares ha saputo far sua la gara.

Mister Di Bari schiera Schembri tra i pali al posto del febbricitante Pagliarulo, nel Bisceglie tutti arruolabili agli ordini di Ventura. Pronti-via, passano ventisei secondi e Sardella spara una fucilata dalla distanza col pallone che centra la parte interna della traversa e rimbalza in campo, restano i dubbi se abbia varcato o meno la linea di porta. Dopo un tiro pericoloso di Pereira, con sfera a lato, è ancora Sardella poco oltre il terzo minuto a colpire un’altra traversa, stavolta con un pregevole esterno sinistro. Sardella appare il più in palla tra i suoi, e ci prova ancora dalla distanza, il pallone è di poco a lato.

I neroazzurri ospiti si fanno vedere in avanti e solo grazie ai salvataggi sulla linea di porta da parte di Ferdinelli prima e di Teofilo poi, non vanno in rete. Antonio Dibenedetto va al tiro due volte senza conseguenze. Il Bisceglie concretizza il buon momento con la rete del vantaggio, al 14′ Rueda serve Lemme che deve solo appoggiare in rete. Poco più tardi Pereira sorprende Garofalo e tira, Schembri devia in angolo.

Reagisce l’Ares che avrebbe anche la palla del pari: Sardella segna un gran gol a gioco fermo, per gli arbitri il pallone era finito fuori dal campo di gioco. Ferdinelli al 18′ saggia i riflessi di Michele Dibenedetto, prima di un ultimo tentativo biscegliese con Vincenzo Cassanelli poco oltre il 19′. Il primo tempo si chiude coi biscegliesi avanti di una rete.

Nel secondo tempo si vede subito che è un altro Ares. Dibenedetto ingaggia una partita nella partita con Ferdinelli in particolare, ma anche con altri giocatori molesi. Il portiere ospite devia una punizione di Ferdinelli, e più tardi un tiro dello stesso 10 molese su azione. Nel mezzo Garofalo va al tiro quasi a botta sicura, la palla è contrata in angolo. Gli ospiti si fanno pericolosi con Pedone ma Schembri risponde presente.

Spinge come un mare in burrasca l’Ares che, a volte, si fa prendere dalla troppa foga. Satalino e Sardella non riescono a dare forza alle loro conclusioni. All’11’ Ferdinelli colpisce il terzo legno di giornata dei suoi, centrando il palo con tiro peraltro deviato da Dibedetto. Un minuto più tardi non ci sono legni o Dibenedetto che tengano davanti al tiro di Sardella che col sinistro gonfia la rete su schema da calcio d’angolo. L’ex Virtus è prezioso come il pane anche in difesa, dopo un suo recupero provvidenziale resta a terra colpito duro da un avversario. C’è il cambio con Satalino, ma restano buone le speranze di vederlo in campo nel prossimo match a Barletta.

Al 15′ Garofalo si divora una grossa occasione, su servizio di Sabato il suo tiro, scagliato a pochi centimetri dalla porta, termina a lato. Passano solo pochi secondi e la buona sorte restituisce in parte i crediti all’Ares che trova il 2-1 con un tiro di Sabato, deviato da un avversario, che beffa Dibenedetto. Reagisce il Bisceglie con Angelo Cassanelli, il 13 ospite vince due rimpalli ma poi fallisce l’assist decisivo. Al 16′ Schembri è miracoloso su un tiro dello stesso giocatore., palla calciata in piena area di rigore. Gli ospiti giocano con Lemme portiere di movimento per risalire la china.

Garofalo colpisce un palo interno al 19′, poco prima dei soliti ultimi secondi thriller stile Ares. Teofilo, già ammonito in precedenza, rimedia il secondo giallo per fallo da dietro su un avversario. Si gioca in cinque uomini di movimento contro tre, ma l’Ares stringe i denti e porta a casa un’altra vittoria. 39 punti in campionato, 8 vittorie casalinghe su 9 gare disputate: sono numeri da esibire con orgoglio. Nel prossimo turno l’Ares farà visita al Barletta Calcio a 5, penultimo ma reduce dalla vittoria esterna sul Manfredonia. Di Bari sa benissimo che solo insistendo sulla Squadra e sul Sacrificio, parole chiave del suo dizionario, si può continuare a inseguire il Sogno.

 

Stefano Fonsdituri

Addetto stampa Asd Ares Mola