Agropoli. A porte chiuse la sfida con il Nardò

AGROPOLI ‚Äì 21 settembre ‚Äì Il dipartimento interregionale stabilisce che la gara di campionato tra Agropoli e Nardò sarà disputata a porte chiuse.

Con un comunicato firmato dal segretario Mauro De Angelis e indirizzato alle società sportive che, domenica prossima 25 settembre 2016 si affronteranno nella gara valevole per la 4^giornata di andata del Campionato Serie D 2016/2017, a partire dalle ore 15.00, il dipartimento interregionale della Lega Nazionale Dilettanti ha stabilito i seguenti punti cardine da dover rispettare:
1) Ogni società può far entrare nella struttura un massimo di 35 tesserati, ivi compresi coloro che figureranno nella distinta di gara;
2) Sono ammessi all’interno dello stesso impianto coloro che sono in possesso della tessera C.O.N.I. o F.I.G.C. nell’adempimento di funzioni specifiche ad essi affidate;
3) Devono essere concessi accrediti a giornalisti in possesso di regolare tessera di iscrizione all’Albo o a pubblicisti che abbiano inoltrato formale richiesta scritta su carta intestata firmata dal Legale Rappresentante della testata o dell’emittente radio televisiva presso la quale prestano la propria opera, secondo le norme vigenti; ogni altro accredito sarà negato dagli Ispettori del Dipartimento;
4) Sono consentiti gli accrediti di operatori radio – televisivi che risultino dipendenti di Emittenti debitamente autorizzate dal Dipartimento Interregionale;
5) Può accedere all’impianto personale appartenente alle Forze dell’Ordine in possesso di regolare tesserino di Agente/Ufficiale di P. s. o di P. g. anche se non in servizio o in divisa;
6) Le biglietterie dello stadio in cui si disputano gare a porte chiuse, devono rimanere rigorosamente chiuse e non può essere tassativamente posto in vendita nessun tipo di biglietto;
7) Le società oggetto del provvedimento restrittivo, alla pubblicazione dell’atto sul Comunicato Ufficiale, devono darne tempestiva e apposita comunicazione:
a) Alle Forze dell’Ordine del Comune ove si disputa la gara;
b) Al Sig. Prefetto e al Signor Questore competenti di zona ove è ubicato l’impianto;
c) All’Ufficio S.I.A.E. di zona.
La missiva si conclude con la raccomandazione, da parte della Lega Nazionale Dilettanti, di osservare scrupolosamente le suddette disposizioni, rappresentando che, eventuali inadempienze saranno sanzionate a termini regolamentari.

Comunicato Stampa US Agropoli 1921

Condividi