AcquaeSapone. Terza vittoria di fila, battuta la Luparense 4-3

Ora è un volo inarrestabile. Terza vittoria consecutiva per l’AcquaeSapone Emmegross, sempre più seconda alle spalle dell’Asti e decisa a premere sull’acceleratore in vista di Final eight e Winter Cup. La vittoria sulla Luparense (4-3) arriva nell’ultimo minuto e mezzo, con il sorpasso definitov firmato a 56” dalla sirena. Primo tempo dai due volti: prima la Luparense spinge forte sull’acceleratore, chiudendo i nerazzurri davanti a Mammarella nei primi 6′, fino al vantaggio firmato da Honorio (salta Zanchetta, prende la mira e la mette all’incrocio dei pali), poi Chaguinha e compagni escono dal guscio e riprendono possesso del loro parquet. Borruto nasconde la palla e apre la strada a Calderolli, che manca la porta da buona posizione all’8′. Un altro minuto e Putano salva su Borruto. Ma il pareggio con il passare del tempo diventa sempre più giusto. E arriva: lo firma Calderolli, servito da Murilo con uno schema su calcio piazzato, tap in di sinistro del numero 9 ed è 1 a 1. La gara si accende, ma non è mai spigolosa. L’AcquaeSapone diventa padrona del campo e rischia solo quando manca di precisione nella gestione del pallone. Mammarella in almeno altre due occasioni è la solita muraglia umana e nega il gol a Canal. Putano dall’altra parte su fa in quattro sui tentativi di Chaguinha e Leitao. Lo spettacolo è degno del grande valore dei giocatori in campo, e il pareggio è il punteggio che meglio racchiude la prima parte di gara. La ripresa è da letteratura dello sport. Palo di Canal dopo 1′. Poi Putano salva su Zanchetta e Calderolli. La squadra di Bellarte è alta e concede spazi. Bertoni sfiora il gol del sorpasso, che arriva con Merlim: rasoterra da fuori area, sporcato dal piede di Chaguinha. La freccia di Fortaleza, però, mette la firma sul gol del 2 a 2. L’azione è costruita interamente da Murilo: il capitano scende in slalom e disegna il corridoio per l’inserimento del compagno, che deve solo indirizzarla col piattone. La gioia del Palaroma si spegne a 6′ dalla fine: inserimento centrale di Ercolessi e fucilata impossibile da prendere per Mammarella. Il cuore nerazzurro è sempre vivo, anche se la precisione non è la solita. Colini sfoggia il meglio del suo repertorio, la fase difensiva, e racchiude i suoi davanti a Putano. Concedendo falli a ripetizione fino ai due tiri liberi, a 1’30” e 1′ dalla sirena. Zanchetta è spietato su entrambi i piazzati: doppietta dal dischetto e sorpasso che vale i tre punti per blindare il secondo posto.

ACQUAeSAPONE EMMEGROSS – LUPARENSE 4-3 (pt 1-1)

ACQUAeSAPONE EMMEGROSS: Mammarella, Chaguinha, Leitao, Egea, Giansante, Calderolli, Borruto, Zanchetta, Murilo, Montefalcone, Coco, Baiocchi. All. Bellarte.

LUPARENSE: Putano, Nora, Caputo, Baron, Honorio, Merlim, Canal, Shala, Taborda, Bertoni, Morassi, Ercolessi. All. Colini.

Orlando D’Angelo