Acerrana. La furia della società: “Coppa Italia inferiore?”

, .
Con la nuova stagione calcistica alle porte, la società ASD POLISPORTIVA ACERRANA 1926 è per il modus operandi della .

Con un Campionato di Promozione concluso in da disputare, è ingiusto che ci venga negata la possibilità di avere punteggi in più per il ripescaggio in Eccellenza quando altre società, con risultati di gran lunga inferiori ai nostri, l’hanno ottenuto.

?
?

Tale pensiero potrebbe essere contraddittorio se consideriamo che la ha dato a tale Coppa il e, con l’assegnazione di appositi punteggi, ha garantito ad altre società la possibilità di ottenere il ripescaggio.

Una società che, nel corso della scorsa stagione, non ha mai giocato tra le mura amiche ma che, nonostante disputasse le gare casalinghe tra il “Papa” di Cardito e lo “Iorio” di Casalnuovo, è sempre stata seguita (in casa e trasferta) da un .

, . , ̀ .

Con sacrifici ed impegni costanti abbiamo onorato la Coppa Italia dall’inizio alla fine, dalla gara di fine Agosto a Cellole alla semifinale vittoriosa di Ercolano.
Tutto ciò c’ha fatto inevitabilmente perdere punti in Campionato perchè abbiamo dato giusto merito alla Coppa.

, , ?
A questo punto, , dovevamo anche noi screditare la competizione e far disputare le gare di Coppa alla nostra Juniores?
dando, però, il giusto valore ad una competizione, quale la Coppa Italia Campania, che c’ha visto protagonisti e finalisti?

̀ .

Condividi