hitbtc
Villa Literno. Potenza sui biancorossi: "Nessun contatto, ma se chiamano..." - Sportcampania.it - Sportcampania.it

Villa Literno. Potenza sui biancorossi: “Nessun contatto, ma se chiamano…”

Inserito da il 11 luglio, 2018 alle ore 5:53 pm

In mattinata il Villa Literno ha annunciato il divorzio da Luigi Sanchez a causa di alcune diverge tra lui e la società.

Il presidente Fontana, in un’intervista rilasciata alla nostra redazione all’indomani dall’addio con Pierfranco Ulivi aveva parlato di un profilo importante, vincente e che prediliga il 4-3-3 come modulo di gioco, in modo da poter confermare l’ossatura dello scorso anno.

Tra i nomi più papabili nel nostro precedente articolo avevamo incluso quello di Aldo Papa, ex Palmese, Nando Di Benedetto, ex Marcianise, e Nicola Facchina, ex Virtus Goti.

Un non sarebbe da escludere a priori la suggestione Enzo Potenza, con un passato nella Real Albanova, dove c’erano Biagio Russo, Salvatore Diana e dei calciatori che comunque si sono spostati nella squadra biancorossa.

Ho avuto modo di conoscere Antonio Musto -ammette il tecnico ex Turris ai nostri microfoni- proprio grazie a Salvatore Diana, Umberto Diana e Biagio Russo con i quali ho stretto un rapporto che va al di là del calcio e al di là di quello lavorativo professionale. Assieme al direttore generale ho conosciuto anche il presidente Fontana. Gli imprenditori che girano intorno al calcio di Villa Literno sono persone che vogliono farlo in maniera seria ed ambiziosa. Con onestà bisogna dire che parlare di progettualità, ad oggi, nella Campania calcistica, è un po’ utopistico perchè per varie vicissitudini difficilmente si riesce a programmare nel futuro. Si può, però, programmare nell’immediatezza e proprio su questo voglio fare un plauso al Villa Literno perchè dopo la delusione della finalissima, che ha qualcosa di clamoroso, hanno avuto la forza di rilanciare e puntare subito a creare una squadra vincente. Contatti? Non ne ho avuti, non professionali, chiaramente. Li ho sentiti ma solo per salutarci, come facciamo quasi sempre”.

Per quanto riguarda l’ipotesi approdo ecco la posizione del tecnico: “Io non mi precludo mai le occasioni, nessuno allenatore lo deve fare. La categoria è sempre relativa, perchè quello che conta è fare calcio con professionalità e voglia di remare tutti nella stessa direzione. Per fare i matrimoni, nel calcio, bisogna sedersi e valutare in che direzione si voglia andare. Come ho detto a Villa Literno va dato il merito di aver avuto la voglia di ributtarsi subito nella mista. Se mi dovessero chiamare? Bisogna sedersi e capire in che direzione si vuole andare”.

Cristina Mariano

Condividi

About Cristina Mariano

121 queries in 6,918 seconds.