VIDEO – “Tifoserie bollenti”. Come cambia il derby di Casablanca

Inserito da il 1 maggio, 2018 alle ore 8:36 pm

A chi più a chi meno i derby con le curve colorate e piene di coreografie piacciono a tutti, come espressione di un tifo sincero e non violento. Tutto cambia quando, però, in mezzo al tifo si fa spazio, non con poca prepotenza la violenza che spesso e volentieri si porta con sè feriti e morti. Una parte di tifosi, che piace solo ai pochi che ben si sposano con il calcio violento.

Sempre più spesso, però, ci rendiamo conto che anche le coreografia stanno pian piano andando perdendosi in Italia come nelle altre nazioni. Non è da meno il Marocco, in particolare Casablanca, città che ospita due squadre, una biancorossa, il Wydad, ed una biancoverde, la Raja. Due squadre non nate per il calcio, ma che nel corso degli anni del calcio marocchino sono diventate padrone. La Raja conta infatti 11 scudetti, 8 Coppe Nazionali. Di contro 19 scudetti nel massimo campionato marocchino, 1 in Botola IAM D1 9 Coppe del Marocco, 5 Supercoppa che si vanno a sommare ad altri trofeo nazionali.

La tifoseria biancoverde si divide in due gruppi, gli Ultras Eagle e i Green Boys, tra loro rivali, ma che attualmente sembra essersi ormai assopita dopo i fatti del 2016, quando uno scontro tra le due portò a due morti. A risentirne tutto il sistema tifoseria della città. mano dura del governo e repressione in funzione del dialogo che cercare di annientare la violenza nel calcio. Niente striscioni, niente coreografie. Il tifo di Casablanca, biancorosso o verde che sia, è essenziale, tamburi, voce e tanto cuore. Un cuore che però è stato smorzato dalla repressione del tifo che non ha più la libertà di organizzare coreografie come pochi anni fa.

Resta, comunque, un colpo d’occhio davvero importante e spettacolare il biancorosso da un lato, il biancoverde dall’altro, ma senza la personalizzazione che tanto colpisce prima del fischio di inizio quando lo scenario migliore è il campo.

Cristina Mariano

Condividi

About Cristina Mariano

127 queries in 6,470 seconds.