Soccer School Friends. Il Sant’Anna presto a nuova vita, Guariglia: “A giugno i lavori”

Inserito da il 4 gennaio, 2018 alle ore 10:15 pm

Una notizia importante per Battipaglia e per la Soccer School Friends. Stiamo parlando dello Stadio Sant’Anna. L’impianto sportivo, baluardo storico della città, che ha visto nascere la Battipagliese.

Nei giorni scorsi il Sant’Anna è stato dato in gestione a Carmine Guargilia, ex direttore sportivo di Buccino Volceri e Battipagliese, ma anche Presidente della Soccer School Friends con sede a Montecorvino e Pontecagnano. La scuola calcio presto avrà una terza succursale, quella di Battipaglia, appunto.

Un progetto importante quello dell’ex diesse delle zebrette: “E’ un progetto molto importante, che nasce dalla volontà del Comune di dare in gestione tutti gli impianti sportivi. Io ho preso questo che è uno storico stadio di Battipaglia e che presto sarà una delle sedi della mia scuola calcio. Tra queste mura nacque la prima Battipagliese ed il mio grande sogno è quello di riportare un giorno le zebrette proprio in questo stadio. Lo stato dell’impianto è buono, è agibile e viene utilizzato già da alcune squadre di Prima e Seconda Categoria. Ci saranno a giugno dei lavori di totale restauro per renderlo agibile dalla Promozione in su. Andremo a sistemare il manto erboso, gli spogliatoi e gli spalti. Oltre a questi lavori abbiamo già deciso di costruire nella parte interna un’area medica che chi è affiliato alla scuola calcio e non solo e una ludoteca da utilizzare per compleanni o altro”. 

Mettendo l’accendo sulla Battipagliese: “Come ho detto spero che qui torni a giocare la Battipagliese, perchè è questa la sua casa. Ma credo che fio a che ci sarà il Presidente Palmentieri non sarà possibile per come ci siamo lasciati questa estate. Nonostante i disaccordi, però, se lui volesse tornere troverebbe sicuramente la porta aperta”.

Una piccola valutazione sul campionato fin qui giocato dai bianconeri: “E’ un vero peccato vedere la mia squadra del cuore in quelle posizioni, anche perchè a lasciare l’amaro in bocca è il fatto che sarebbero bastati pochi innesti alla squadra che già c’era per puntare a vincere il campionato”.

Condividi

About Cristina Mariano

95 queries in 4,586 seconds.