Shakhtar-Napoli. Sarri: “Marek? Insostituibile”, Milik: “Sono pronto”

Inserito da il 12 settembre, 2017 alle ore 8:51 pm

Nella conferenza stampa alla vigilia della sfida allo Shakhtar, Maurizio Sarri è stato interrogato sul momento di Marek Hamsik, spiegando la sua importanza nel gioco azzurro: ” Per me è insostituibile, ha una capacità di giocare tra le linee che non ha nessuno dei nostri centrocampisti. Per questo esce tutte le partite, è l’unico modo per farlo riposare ed averlo sempre a disposizione. Quando un fuoriclasse ha un momento poco brillante io lo faccio giocare e lo supporto ancora di più, solo così mi potrà dare il 101%”

Poi Sarri ha parlato del calendario ad una domanda sulla condizione fisica: “Se è così gli altri stanno peggio di noi perchè nell’ultima parte li abbiamo messi sotto. I dati in nostro possesso sono positivi, ma il calendario non ci aiuta con dieci giorni di nazionali e non ti puoi allenare in vista delle gare ogni tre giorni. Il calendario è una follia assoluta, quando dicevo che era folle tenere aperto il mercato fino a fine agosto dicevano che mi lamentavo, ora lo dice Agnelli e tutti ammettono che è eccessivo”. Interpellato in conferenza stampa riguardo le parole di Raiola nei suoi confronti, Maurizio Sarri commenta così: “Non so neanche cosa esattamente abbia detto. Via da Napoli? Mi trova lui la squadra (ride, ndr), è una supposizione sua basata su qualche sua conoscenza del mercato, ma io in questo momento è l’ultima cosa a cui penso. Giocare in Champions è una soddisfazione enorme, poi abbiamo tante partite affascinante. Qui c’è da pensare partita per partita, non a giugno”.

“E’ stata scritta una cosa falsa, il silenzio stampa è stato voluto dalla società ed io da dipendente mi sono adeguato”.
Gli è stato anche chiesto quanto è importante partite col piede giusto vincendo la prima partita del girone e su un possibile allanemanto domattina: “La prima è sempre condizionante per i match successivi. E’ una gara più che importante, in un girone difficile. Nella quarta fascia abbiamo preso la più forte, il Feyenoord, e poi c’è il City che non ha bisogno di presentazioni come pericolosità. Lo Shakhtar poi ha qualità tecniche elevatissime, è un girone non semplice. E’ un problema nostro, non vedo che interesse possa avere il pubblico ucraino se ci alleniamo o meno. Lo Shakhtar è una squadra forte, poco conosciuta in Italia, ma abituata a fare la partita. Ha giocatori offensivi molto tecnici, attaccano con molti giocatori, i due terzini sono costantemente in attacco. La squadra ci costringerà a difendere bassi, ci metterà in difficoltà e può venire fuori una gara che ci consentirà opportunità. E’ una gara difficile, diversa da quella con la Dinamo Kiev”.

In conferenza stampa c’era anche Milik e anche il calciatore ha lasciato alcune dichiarazioni; gli é stato chiesto quanto sarebbe rassicurante e anche gratificante iniziare allo stesso modo dell’anno scorso con una doppietta e se si stesse avvicinando al 100% della condizione: “Ricordo le due reti alla Dinamo Kiev, mi aiutarono tantissimo. Non so se giocherò ed avrò questa chance, ma non devo parlare di me stesso ma della squadra. Dovremo scendere in campo con la mentalità di squadra e raggiungere l’obiettivo da squadra. “Sono pronto a giocare, sono al 100%, dipende solo dal tecnico. Ho giocato anche con la nazionale polacca una gara importante”.

Gli è stato chiesto se l’infortunio è stato per lui uno stimolo per migliorare o se avesse perso qualche certezza: “Sono cresciuto come giocatore e come uomo. Non avendo la possibilità di allenarmi, ho dedicato tempo ad altro lavoro, anche mentale. Ora mi sento al 100%, pronto per giocare”. Gli è stato chiesto anche cosa ne pensasse del girone nel quale il Napoli è inserito e che idea si fossero fatti della squadra ucraina: “Posso confermarvi che il girone è molto duro. Non c’è bisogno di presentare lo Shakhtar, dobbiamo prepararci al massimo per ogni partita. L’avversario di domani è forte, ha una rosa completa con giocatori completi, ma domani dobbiamo fare il nostro gioco col possesso palla e creare opportunità importanti. Faremo di tutto per vincere”.

 

Edoardo Riccio 

Condividi

About Redazione

104 queries in 5,469 seconds.