Serie D/F. Campobasso, Masecchia day, firma e presentazione: “Grande stimolo questa piazza”

Inserito da il 9 novembre, 2017 alle ore 11:02 pm

Esonerato nell’ottobre della scorsa stagione dall’incarico di allenatore del Gragnano, Giovanni Masecchia è rimasto, come regolamento prevede, fermo per quasi un anno. Nell’estate appena trascorsa tante le richieste, tra cui quella di sedere sulla panchina del Gladiator. La situazione in quel di Santa Maria Capua Vetere implose dopo pochi giorni. Prima il dietro front della dirigenza, con l’ufficializzazione di Teore Grimladi, poi il fallimento.

In autunno contatti e sondaggi, ma alla fine il destino dell’ex Capania e Savoia lo fa ripartire da una piazza importante, Campobasso. Eredita la panchina da Antonio Foglia Manzillo con la squadra al quarto posto in classifica con 22 punti.

Dopo l’ufficializzazione di martedì e i primi allenamenti, è arrivata nel pomeriggio di oggi la firma e la presentazione. Il tecnico vollese, però, si è soffermato ai nostri microfoni per rilasciare le prime parole da nuovo tecnico dei molisani: “Parto con questa nuova avventura. Per me è una responsabilità che accetto con piacere e volentieri. Questa è una piazza ambita, credo che ogni allenatore vorrebbe essere al mio posto. Questa società ha una storia ed un blasone importante e non ha niente a che vedere con la Serie D. Sono quindi onorato di avere l’occasione di guidare questa squadra. Inoltre sono molto felice di aver trovato dei ragazzi che si sono messi subito a disposizione seppur hanno perso da un giorno all’altro un allenatore con il quale sicuramente avranno legato. Da professionisti, però, si sono messi a disposizione sin dal primo momento”. 

Domenica sarà, quindi, l’esordio e l’avversario sarà l’Avezzano: “Arriviamo da un cambio tecnico e spero riusciremo a portare a casa qualche punto. L’importante è che questa squadra resti nelle posizioni alte della classifica, pechè come ho detto non c’entra niente con la Serie D”.

Passando alle questioni tattiche: “Ci sarà un cambio, ma con il tempo. Questa squadra è stata costruita per un 3-5-2, ma il mio credo è il 4-3-3. Sappiamo che questo è un modulo che richiede molta preparazione ed attenzione per essere fatto e per questo ci vorrà del tempo prima di riuscire a farlo. Stiamo lavorando e ci stiamo preparando al cambio e spero di riuscire a insegnare al più presto i nuovi schemi”.

Una chiosa per i tifosi: “Oggi alla presentazione erano davvero tanti, ma anche tramite i social sono stati altrettanti a dimostrarmi il loro affetto e ad accogliermi calorosamente. Come ho detto questa è una responsabilità che mi prendo volentieri e che mi stimola. La pressione è tanta, ma lavorare ed allenare in un ambiente così caloroso, passionale ed esigente non può che stimolare a fare bene. E’ più difficile, ma sicuramente è molto più soddisfacente. Questa piazza è davvero competente e felice di quello che la società sta facendo”.

Cristina Mariano

Condividi

About Cristina Mariano

100 queries in 4,426 seconds.