Scuderia Vesuvio. Motori a medi regimi per i vesuviani, bene Avitabile in Sicilia

Inserito da il 1 aprile, 2014 alle ore 3:30 pm

AGEROLA (NA) – Presente su più campi di gara, la Scuderia Vesuvio ha conquistato numerose soddisfazioni e qualche amarezza grazie alle prestazioni dei suoi alfieri.

In Campania, la Scuderia Vesuvio è stata impegnata nel 15° Slalom Città di Massalubrense, dove i suoi piloti hanno conseguito varie affermazioni di classe.

Vittoria di Gruppo A e affermazione in classe A3 per Ferdinando Terminiello, che ha sfruttato al meglio le potenzialità della sua Peugeot 106 e la conoscenza del tracciato per attestarsi anche al 16° posto assoluto.

Vittoria anche  per Luigi Sambuco, che nonostante le noie allo sterzo che non gli hanno permesso di tirare il meglio dalla sua Fiat 127 curata dalla SA.MO Competition, ha conquistato la vittoria di classe S3.

Il sorrentino Manlio Del Pizzo invece ha fatto suo il gruppo GTI e la classe GTI3 sfruttando al meglio la competitività della sua Renault 5 GT.

La seconda piazza nella classe GTI3 è stata conquistata da un altro Del Pizzo, questa volta Silvio papà di Manlio, che alla veneranda età di 66 anni ha fornito un’ottima prestazione.

In N3, terza piazza per il giovane Antonino Sbaratta, quinta per il debuttante Matteo D’Antuono e settima per Provino Milo, tutti su Citroen Saxo VTS

Terza piazza in N4 per Esposito Giuseppe su Renault Clio.

In classe S2 chiude in terza posizione l’agerolese Alfonso Avitabile, alla guida della sua A112 Abarth.

Vittorie di classe per Piscitiello Donato e Durante Aniello, rispettivamente in GTI1 con Peugeot 205 e S4 su Fiat Uno.

La Scuderia Vesuvio è stata impegnata anche in Sicilia, dove i portacolori Mario Pappalardo e Francesco Avitabile hanno preso parte rispettivamente alla 1^ Prova del “SikeliaTrophy Racalmuto 2014” e del “GTF Sicilia 2014”.

Per Pappalardo del Team Patatina Racingil debutto tra le bicilindriche di casa Fiat è stato amaro a causa del ritiro dopo pochi Km per noie meccaniche, ma le potenzialità ci sono e sono già state mostrate nelle prove del Sabato. Il nostro alfiere saprà quindi subito riscattarsi già dal prossimo appuntamento.

Avitabile ha invece sfruttato l’appuntamento sul circuito palermitano per testare le novità apportate alla sua già competitiva BMW 320 TC 2.0 in vista della stagione 2014. Ottime sono state le due gare disputate che gli hanno permesso di chiudere al secondo posto tra le vetture storiche. Le potenzialità per un 2014 di grande rilevo dopo l’ottima annata 2013 ci sono tutte.

 

Ufficio Stampa Scuderia Vesuvio

Condividi

About Comunicato Stampa

123 queries in 4,570 seconds.