Salernum Baronissi. Solidarietà dopo i fatti di Castellabate, La Marca: “Non ci siamo sentiti soli”

Inserito da il 7 novembre, 2017 alle ore 12:26 pm

Il fragore di un vetro in frantumi, l’apprensione, la paura per un gesto assurdo, che ha messo a repentaglio l’incolumità di atleti e dirigenti. Il post partita di Polisportiva Santa Maria Cilento – Salernum Baronissi, big match della nona giornata del girone D di Promozione conclusosi su campo con il pari in extremis degli ospiti, avrebbe potuto riservare conseguenze ben peggiori alla compagine del presidente La Marca. Passato lo shock, resta la ferma denuncia da parte della compagine salernitana, raggiunta in questi giorni da tanti messaggi di solidarietà.

Il caso ha voluto che nessuno si sia fatto male – spiega presidente del Salernun Baronissi Giacomo La Marca – ma quegli attimi di terrore restano nei miei occhi e in quelli dei miei ragazzi. Come ho avuto modo di dire nell’immediato post partita, l’aggressione che abbiamo subito, vile ed immotivata, non deve passare in secondo piano. E’ mio dovere denunciare la gravità dell’accaduto e tutelerò i miei tesserati in tutte le sedi. Passato lo spavento – prosegue il massimo dirigente del Salernum – Ci tenevo a ringraziare pubblicamente quanti in questi giorni ci sono stati vicini dopo i fatti del post partita di CastellabateIn primis la dirigenza della squadra avversaria, che ha condannato pubblicamente il gesto e mi ha contattato per sincerarsi delle condizioni dei ragazzi. Poi le istituzioni, con in testa il sindaco di Baronissi Gianfranco Valiante e il dirigente LND Salvatore Gagliano. Non ci siamo sentiti soli. L’auspicio – conclude La Marca – è che la nostra denuncia non cada nel dimenticatoio, che le autorità possano accertare gli autori di un gesto così sconsiderato e che episodi del genere non possano più ripetersi”. 

Condividi

About Redazione

89 queries in 6,058 seconds.