yobit.net официальный сайт cryptopia биржа hitbtc login
"Questione stadi Campania". Il Dietro la Vigna vicino a nuova vita, Di Vaio: "Vittoria importante" - Sportcampania.it

“Questione stadi Campania”. Il Dietro la Vigna vicino a nuova vita, Di Vaio: “Vittoria importante”

Inserito da il 22 Novembre, 2018 alle ore 12:49 pm

Una nuova importante vittoria per l’Ottava Municipalità di Napoli. Infatti la giunta municipale di Apostolos Papais è riuscita ad ottenere dei fondi per la riqualificazione dello storico impianto sportivo di Piscinola “Dietro le Vigne”.

L’ok con la pubblicazione del bando sul sito del Comune di Napoli è arrivato lo scorso 16 novembre. Un traguardo raggiunto che rientrava in un progetto più ampio: un appalto per la riqualifica di quattro impianti sportivi delle periferie. Oltre al Dietro la Vigna, infatti, la municipalità è riuscita ad aggiudicarsi dei fondi anche per il rifacimento di un campo di calciotto sito a “Parco Corto Maltese” a Scampia.

Focalizziamoci proprio sull’impianto che fu del CTL Campania. Nel 2017 è stata emanata la delibera che dava al via al progetto, riuscitosi a sbloccare solo in questi ultimi giorni. Un lavoro silenzioso e certosino da parte dell’Assessore allo Sport Stefano Di Vaio, che personalmente, ha seguito la vicenda fino al raggiungimento di fondi destinati all’ormai abbandonato impianto sportivo.

“E’ una vittoria importante -spiega ai nostri microfoni l’Assessore Di VaioPerchè siamo riusciti ad ottenere dei fondi per un impianto storico che è chiuso dal 2014. In questo stadio ci ha giocato il Savoia, ci è passato Cassano. Poi ha raggiunto i fasti con la squadra del presidente Giovanni De Micco, il CTL Campania Piscinola. Nel 2014 a causa di un piccolo problema di manutenzione è stato chiuso. Sono passati anni rincorrendo la cifra necessaria per riqualificarlo”.

“Come puoi ben capire noi della Municipalità siamo soggetti a quanto il Comune può destinarci -continua- Se Palazzo San Giacomo non ci destina fondi per gli impianti sportivi, noi non possiamo muoverci. Ora con questo progetto di circa 700mila euro totali, 200mila sono destinati al Dietro la Vigna. Se posso permettermi -aggiunge Stefano Di Vaio- E’ una vittoria di tutti. Lavorando duramente, insieme e con poco personale, siamo riusciti in qualcosa in cui le altre amministrazioni non sono riuscite. Inoltre, per me è un successo quasi sentimentale, perchè essendo di Piscinola questo stadio lo sento come una parte di me”.

Tramite la lettura del bando è possibile avere una prima idea chiara dei lavori che necessita l’impianto. Lo stato di abbandono, infatti, ha fatto sì che crescesse vegetazione incolta. Non solo: i problemi riguardano anche la pavimentazione, il manto in sintetico e le recinzioni.

“Sicuramente ci vorranno lavori importanti per rimettere su questo impianto, perchè questo tipo di atteggiamento nei confronti delle infrastrutture fa sì che il degrado aumenti. Noi del quartiere -spiega ancora Stefano Di Vaio– Troviamo addirittura la cancellata aperta, non sappiamo chi ci entri, nè come faccia, ma ci troviamo puntualmente a doverlo chiudere. Ora è chiaro che ci vorranno soldi e tempo per rimetterlo in sesto. Quello che dico, però, è visto che questo è un impianto costruito con i nostri soldi, almeno rendiamolo fruibile”. Un completo restyling, quindi, spetterebbe al Dietro la Vigna: opere di pittura, rifacimento del manto in sintetico e della pavimentazione, rifacimento della recinzione, degli impianti idraulici ed elettrici ed infine della tracciature delle aree di gioco.

Per sapere il futuro del campo bisognerà, però, aspettare: “Domani ho un incontro con l’Assessore allo Sport del Comune di Napoli Ciro Borriello. In quest’incontro capiremo come muoverci. Il nostro primo obiettivo è quello di riuscire a rientrare nel nuovo progetto Sport & Periferie, in modo che un’associazione no profit, o le scuole possano prendersi la responsabilità di gestire il campo. Ovviamente tutto dovrà essere fatto in fretta perchè il prossimo 17 dicembre scadrà la possibilità di partecipare al progetto. Da lì poi si farà un bando per affidarlo”.

Sempre rifacendoci a quanto riportato nel bando i lavori dovrebbero partire il prossimo febbraio, per una conclusione preventivata intorno alla metà di aprile. Lavori che in questo lasso di tempo si divideranno tra l’impianto di Piscinola e quello di Parco Corto Maltese.

Cristina Mariano

Condividi

About Cristina Mariano

121 queries in 8,357 seconds.