“Questione stadi Campania”. A Ponticelli è contestazione: “Basta promesse non mantenute”

Inserito da il 23 giugno, 2018 alle ore 2:48 pm

Anche giugno sta per tramontare lasciando il posto alla piena stagione estiva e al marasma di calciomercato. Le scadenze sono quasi tutte vicine e va pian piano scomparendo la possibilità di chiudere trasferimenti e cambi denominazione.

Con queste muore pian piano la speranza del ritorno del Campania Ponticelli, causa la mancanza di uno stadio. Giugno sta volando via, eppure ancora non si vedono cantieri dei lavori di manutenzione richiesti dall’ARU, Agenzia Regionale Universiadi, per la prossima competizione datata 2019 nè nei principali impianti campani come il San Paolo o il Partenio-Lombardi e men che meno negli impianti di realtà più piccole. Il disagio colpisce le società così come le tifoserie.

La già accennata piazza di Ponticelli, infatti, ha accarezzato per un paio di mesi la rinascita del Campania con il duo Arnaldo Todisco- Gaetano Battiloro. Ultime giornate del campionato di Serie D con la Frattese ormai solo sulla carta realmente Frattese, ma a tutti gli effetti proiettata nel futuro proprio nel quartiere partenopeo.

L’accordo con Ciro Borriello, assessore allo sport del Comune di Napoli, e la promessa che presto sarebbero cominciati i lavori che avrebbero nuovamente reso agibile l’Ascarelli. Ancora nulla e mentre Gaetano Battiloro si trasferisce ad Ercolano, dove una casa, seppur non adeguata ai professionisti, c’è la piazza biancorossa ormai in piena contestazione.

“Siamo stanchi ormai delle solite promesse -si legge in un comunicato firmato Bastarda Gioventù- Sono ormai anni che aspettiamo l’abilità del nostro stadio, senza ottenere nulla. Le persone di Ponticelli meritano una squadra del quartiere, uno stadio che sia un punto di ritrovo per migliaia di bambini, giovani e anziani. Abbiamo dimostrato nelle varie categorie l’amore che abbiamo per il pallone, la nostra passione è tramandata da generazioni, dai racconti dei nostri nonni, dall’amore che abbiamo per la maglia biancorossa. Ringraziamo gli organizzatori del Ponticelli Cup che da anni coinvolgono migliaia di giovani e fanno parlare di Ponticelli della passione per il calcio che ci accomuna. Ponticelli merita il calcio. Ponticelli merita il calcio, Ascarelli libero!”.

Una contestazione figlia proprio del mancato arrivo del titolo della Frattese proprio a causa dell’assenza dello stadio.

Cristina Mariano

PH Credit “Il Mattino”

Condividi

About Cristina Mariano

121 queries in 6,099 seconds.