hitbtc
"PronosticanDo". Seconda giornata e sorprese dietro l'angolo: i probabili risultati - Sportcampania.it - Sportcampania.it

“PronosticanDo”. Seconda giornata e sorprese dietro l’angolo: i probabili risultati

Inserito da il 22 settembre, 2018 alle ore 2:41 pm

Torna la rubrica “PronosticanDo” dopo un fine settimana ricco di sorprese non è da escludere una nuova giornata al limite dell’immaginabile. Rispetto alla prima giornata, però, si può iniziare a delineare una prima struttura e un primo andamento delle squadre, iniziando a prendere in considerazione gli assenti, gli infortunati e le voglie di riscatto. Immergiamoci, quindi, in questo secondo turno di Serie D, all’insegna dei pronostici della nostra redazione.

GIRONE G 

Avellino-Albalonga GOL. L’Avellino esordisce in campionato al Partenio-Lombardi, il tempio del calcio irpino. Arriva dopo la sconfitta in Coppa Italia per mano del Nola, ma con i primi tre punti in tasca. Archimede Graziani ha ancora un po’ da sperimentare, qualche calciatore da sondare, ma al tempo stesso può già contare su alcuni elementi. L’Albalonga arriva dalla vittoria in campionato contro l’Anagni, una squadra ormai esperta della categoria che potrebbe mettere in bastoni tra le ruote agli irpini. Si prospettano gol.

GIRONE H

Audace Cerignola-Sorrento 1+UN 2.5. Il Cerignola e Dino Bitetto sono un connubio pericolo, sportivamente parlando, per le avversarie. Il Pomigliano lo sa bene, così come il Bitonto. Il Sorrento dal canto suo arriva come squadra coriacea, con un tecnico determinato capace di saper rivoltare la ruota in suo favore. Stefano Costantino potrebbe essere nuovamente un’arma in più. Gli ofantini sono sicuramente più attrezzati ed esperti, ma non si escludono sorprese.

Bitonto-Pomigliano 1. Il Bitonto arriva da un ottimo pareggio contro il Taranto allo Iacovone. Un risultato che porta umore e nuova energia per continuare con il piede sull’acceleratore. Dal canto suo il Pomigliano ha bisogno di un riscatto, subito, immediato. Il tris rifilatogli dal Cerignola potrebbe essere uno stimolo, ma ai granata probabilmente serve sostanza davanti.

Città di Fasano-Gelbison UNDER 2.5. Partite tutte e due alla grande, sono due ottime squadre che si affrontano a viso aperto ma con ordine. La squadra di De Felice molto meglio in difesa che in attacco potrebbe puntare più sulla sua inviolabilità e fare risultato in una piazza importante, piuttosto che mostrare il fianco all’avversario.

Città di Gragnano-AZ Picerno UNDER 2.5. Il Gragnano ha bisogno ancora di ingranare bene e cercare di portare solidità alla sua difesa. Sicuramente con il Sorrento meglio che con il Savoia, tant’è che la squadra di Rosario Campana è riuscita a tenere a bada i costieri, che solo con un eurogol di Costantino sono riusciti a scardinare la saracinesca alzata da Luigi Sorrentino. Il Picerno è pratico, ostico e solido. Lo ha dimostrato con il Savoia, dove le uniche due azioni più pericolose si sono rivelate vincenti.

Nola-Ercolanese 1. L’Ercolanese arriva dalla sconfitta interna contro il Fasano, mentre i bruniani di Stefano Liquidato arrivano da una striscia positiva. Vittoria in campionato e in coppa, rispettivamente contro Francavilla e Avellino. Un umore sicuramente alle stelle per i bianconeri che affrontano un tecnico che ben conosce molti dei calciatori avversari. Non è da dimenticare l’inesperienza di Pasquale Borrelli nella categoria, me tanto meno da chi ha imparato l’arte.

Fidelis Andria-Nardò UNDER 2.5. Derby pugliese ad Andria, con la squadra azzurra reduce dalla sconfitta contro la Gelbison, Buona la prestazione della squadra delle Murge, ma probabilmente ancora indietro con la preparazione in seguito all’esclusione dalla Serie C. Il Nardò è solito, Taurino ormai ha in meno le redini della squadra da più di un anno. I granata infatti in casa o in trasferta sanno sempre creare difficoltà alle avversarie.

Sarnese-Taranto 2. Il Taranto arriva dal pareggio interno contro il Bitonto, un risultato che non soddisfa molto la tifoseria ionica che chiede maggior cattiveria ai suoi. La Sarnese perde dopo il gol di Cacciottolo. Sembra semplice, quindi, capire in che direzione andrà la partita. La squadra di Cusano, molto giovane, al cospetto degli esperti ex Cavese e non solo avranno sicuramente una squadra arrabbiata di fronte.

Team Altamura-Gravina X. Altro derby in Puglia, nella zona alta della lunga regione ionico-adriatica. Due squadre attrezzate e che puntano sicuramente a fare campionati da vertice. Difficile capire l’andamento del match, ma se lo scorso anno è servito a tirare un po’ le somme, non è di certo scontata la vittoria di una o l’altra.

SavoiaFrancavilla X. Fattore di Giraud non trascurabile. La tifoseria oplontina è considerata come il dodicesimo uomo in campo, non a caso. Il Savoia, però, arriva da una sconfitta contro il Picerno che ha fatto storcere il naso alla tifoseria bianca. Squadra sicuramente decimata come la stessa società ha comunicato dopo le prime critiche. Un centrocampo all’osso, così come l’attacco, che non vedrà protagonista Gianmarco Tedesco. La forza potrebbe essere il riscatto. Di fronte un Francavilla ostico che arriva dopo il 3-0 interno contro il Nola.

GIRONE I

Bari-Sancataldese 1. Poco da dire. La differenza si sa e c’è. De Laurentiis ha assistito una squadra possente con la speranza di sbarcare in Serie C o in alternativa dominare il campionato. Per quanto la vittoria dell’esordio possa esaltare i rossoverdi il livello tecnico è diverso.

Cittanovese-Rotonda 1. La Cittanovese impegnata nella sfida contro la neopromossa, Rotonda che ha portato a casa i primi tre punti stagionali. Voglia di riscatto per i calabresi e voglia di confermarsi per i lucani. Sicuramente il fattore campo dirà la sua.

Castrovillari-Palmese 1. Come per la settimana scorsa, nel derby calabro i neroverdi saranno svantaggiati per la situazione che stanno vivendo. All’esordio un pareggio, ma la squadra di Ferraro è un osso duro, totalmente rivoluzionata e rinforzata.

Acireale-Nocerina 1X. La situazione della Nocerina è ancora in bilico e in un limbo che non le permette di evolversi definitivamente in questa nuova era. Ad Acireale più tranquillità e la trasferta potrebbe nascondere delle insidie alla formazione rossonera.

Città di Messina-Gela 12. I derby siciliano hanno sempre del fascino e un velo di sorpresa che difficilmente si riesce a percepire prima del risultato finale. La neo-promossa contro una squadra che ha già dato in questa categoria e con ottimi risultati.

Igea Virtus-ACR Messina 12. Come sopra, l’Igea è riuscita a bloccare il Gela sul suo campo, ma il Messina non è una squadra da sottovalutare. Un mix perfetto per un derby.

Locri-Portici 12. Il Portici ha dato dimostrazione di saper affrontare da grande anche le grandi. Nella scorsa settimana contro il Castrovillari è mancata forse la freddezza sotto porta, ma gli uomini di Chianese possono contare su esperti della categoria che potrebbero fare la differenza. Il Locri è stata capace, invece, di bloccare i molossi sul pareggio nel loro stadio.

Marsala-Roccella 1. Ottima squadra quella siciliana, contro una squadra che arriva da un entusiasmante 4-1 contro la Turris, corazzata della categoria e del girone. La differenza e la voglia di riscatto potrebbero avere il loro peso.

Turris-Troina 1. Bisogna dimenticare e ricominciare da zero. Non è ammissibile replicare quanto accaduto a Roccella. I corallini arrivano dalla disfatta calabrese con la necessità di riscattare subito quella sconfitta, in nome della squadra attrezzata da Governucci.

Cristina Mariano

Condividi

About Cristina Mariano

116 queries in 8,636 seconds.