Pallamano. Genesis Mobile Atellana: vittoria contro Manfredonia, Toscano: “Terzo posto risultato notevole”

Inserito da il 15 aprile, 2018 alle ore 9:05 pm

GENESIS MOBILE ATELLANA – Sall 12, Migliaccio 7, Silvestre 5, Balasco O. 5, Liparulo 3, Del Prete F.P. 2, Arena 2, Mozzillo F., Del Prete L., Izzo, Mozzillo G., Cirillo, Abbonante, Balasco G. All. Gigi Toscano.

FREE TIME MANFREDONIA – Vanoli 7, Cassa 6, Latorre 4, Bottalico 4, Esposito 3, Trotta 2, Tricarico 1, Tomaiuolo, Potone, Losciale. All. Michele Tomaiuolo.

ARBITRI: Maurizio Anastasio e Mauro Zappaterreno di Roma

Con una prestazione in crescendo, la Genesis Mobile Atellana batte il Free Time Manfredonia e raggiunge i pugliesi al terzo posto. Dopo la salvezza conquistata con ampio anticipo, il terzo gradino del podio è l’obiettivo dei giallorossi. Determinante sarà l’ultima partita di campionato, sabato 21 aprile in casa della Proger Teramo. Intanto, mister Toscano e i suoi ragazzi si godono un sicuro primato, quello della squadra con il miglior attacco: 463 reti realizzate ad una giornata dal termine.

PRIMO TEMPO – Inizio contratto della Genesis Mobile Atellana, che va subito sotto di quattro. Il primo gol dei padroni di casa è di Silvestre. Poco dopo il forte terzino dimezza lo svantaggio (2-4). Al 10’ i giallorossi sono ancora sotto di due (5-7). Troppi errori in attacco e nelle conclusioni, ma pareggio arriva lo stesso, grazie al perfetto diagonale di Sall. Sul 7-7 il tecnico del Manfredonia chiama il primo time-out della partita. Un veloce contropiede di Onofrio Balasco e i padroni di casa passano per la prima volta in vantaggio. Il +2 dei giallorossi è merito ancora di Sall (9-7). Due distrazioni della difesa atellana e un contropiede consentono ai pugliesi riportarsi avanti (10-9). La prima espulsione temporanea tocca al Manfredonia, con Esposito che va fuori per ripetute proteste. La Genesis Mobile ne approfitta alla grande e al 20’ si porta sul +4 (14-10). Punito per due minuti anche Onofrio Balasco. Manfredonia sfrutta la superiorità numerica per dimezzare lo svantaggio. Il primo tempo si chiude 18-16 per Genesis Mobile Atellana.

SECONDO TEMPO – Parte bene la Genesis Mobile Atellana, con Sall che realizza il gol del +3 (19-16). I giallorossi chiudono le maglie della difesa e ripartono sfruttando la loro migliore caratteristica. Grazie ai perfetti contropiede di Sall e Onofrio Balasco sono a +5 (21-16). Due minuti in panca per Vanoli, atellani in vantaggio per 23-18 e sipontini costretti a chiamare il time-out. Alla ripresa del gioco è Silvestre ad essere espulso per centoventi secondi. La partita si fa nervosa ed ha pagarne le conseguenze sono ancora i pugliesi, con l’espulsione temporanea di Latorre. La Genesis Mobile dilaga. 26-18 al 10’ per i padroni di casa. Manfredonia tenta disperatamente il recupero, ma i giallorossi mantengono una distanza di sicurezza. La trentesima marcatura è opera di Migliaccio, con un preciso pallonetto (30-23). Al 26’ c’è l’esordio con la maglia della Genesis Mobile Atellana di Izzo. La partita scivola via senza grossi sussulti. I padroni di casa controllano agevolmente gli attacchi dei pugliesi, che alzano bandiera bianca rallentando il gioco. Al fischio della sirena il punteggio si ferma sul 36-27 in favore della Genesis Mobile Atellana.

Il dopo partita è tutto gioia e abbracci in casa giallorossa. Ultimo match fra le mura amiche e terzo posto raggiunto, ma Mister Toscano, con il sorriso sulle labbra, non perde l’occasione per una tiratina d’orecchie ai suoi ragazzi. «Nella prima parte della partita forse pensavano di essere ancora in fase di riscaldamento. Al Manfredonia mancavano alcuni elementi importanti, ma è sempre una squadra esperta e ne ha approfittato. Quando abbiamo iniziato a giocare come sappiamo le cose sono cambiate. La vittoria è stata convincente. Ora cerchiamo di mantenere questo terzo posto. Per una squadra neopromossa come la nostra è un risultato notevole».

PIER PAOLO DE BRASI                      

                                   Ufficio Stampa Usca Atellana Handball

Condividi

About Redazione

83 queries in 4,474 seconds.