Paganese-Catania 2-5. Ripresa hollywoodiana: protagonista Lodi

Inserito da il 7 novembre, 2017 alle ore 4:46 pm

Partita spettacolare al “Marcello Torre” di Pagani quella andata in scena tra Paganese e Catania, match valido per la tredicesima giornata di questo campionato di Serie C targato 2017/18. Trionfano gli etnei con il punteggio finale di 2-5, che sale così a 25 punti inserendosi nella lista delle serie candidate alla promozione, mentre ritornano i problemi per la formazione di Massimiliano Favo dopo la vittoria ottenuta nello scorso turno contro il Siracusa. Al 7′ minuto Talamo sfrutta un cross di della corte proveniente dalla sx, ma trova la risposta del portiere Pisseri; reagisce il Catania con Di Grazia che con un destro a giro riscalda i guanti di Galli che si rifugia in corner. Al 33′ 1-0 della Paganese, punizione calciata da Scarpa che trova la testa di Pavan, il difensore trova la respinta del portiere e su palla vagante ne approfitta Regolanti. Nei minuti successivi si rende pericolosa il Catania con Di Grazia prima e Curiale poi,ma senza trovare fortuna. Nella ripresa passano solo 4 minuti prima che il Catania possa trovare il gol del pari, rete firmata da Di Grazia che si sposta elegantemente il pallone da un piede all’altro e trova una conclusione a giro che non lascia scampo a Galli. La Paganese non molla però di un centimetro e cerca di riportarsi in vantaggio, ma al 62′ gli etnei ribaltano la situazione con Ripa al termine di un’azione insistita da parte dei rossazzurri. Punteggio ora fissato sull’ 1-2. Pochi minuti dopo Scarpa si divora clamorosamente la rete del pari, appoggiando al lato un pallone che gli era arrivato da un calcio da fermo con tanto di uscita a vuoto del portiere avversario. Nonostante gli sforzi degli azzurrostellati, al minuto 78′ il capitano del Catania Lodi trova la rete del 3-1 sfruttando un calcio di punizione da una delle sue mattonelle preferite. Non ci stanno però i campani che dimostrano di avere carattere da vendere come aveva già anticipato mister Favo, infatti passano 5 minuti ed è Scarpa a riaprire il match su calcio di rigore conquistato proprio da quest’ultimo; sfortunatamente per gli azzurrostellati, l’autore del fallo da rigor Aya si fa perdonare trovando la rete pesantissima del 2-4, finalizzando alla perfezione uno schema nato dal calcio d’angolo battuto da Lodi. Non finisce però il festival del gol per la formazione guidata dall’ex Napoli Lucarelli, che nei minuti finali centra la manita con rigore trasformato dal classe ’84 Francesco Lodi che si dimostra ancora una volta un cecchino formidabile sui calci da fermo. Ritornano gli spettri sulla Paganese, che può tuttavia uscire dal campo consapevole di aver subito forse un passivo troppo pesante contro una formazione sicuramente più attrezzata come il Catania visto oggi. La prossima giornata di campionato vedrà gli azzurrostellati impegnati nel derby con la Casertana, mentre gli etnei si troveranno faccia a faccia con il Catanzaro.

 

Ferdinando Gagliotti 

Condividi

About Redazione

102 queries in 6,163 seconds.