Oratorio Don Guanella. I guanellini U17 vincontro contro la Turris, decidono Ragozzino e Spina

Inserito da il 14 maggio, 2017 alle ore 8:39 pm
odg

CAMPIONATO REGIONALE “UNDER 17” Quarti di finale – andata

O.DON GUANELLA SCAMPIA (u17) – Turris (u17): 2-0; (Ragozzino; Spina)

O.DON GUANELLA SCAMPIA (u17): Iorio, Petreto, Ragozzino, Barone, Mastrocinque G., Belsito, Fontanarosa, Tramontano, Vassallo, Mastocinque C., Aveta. A disp: Torinelli, Fasanelli, Catalano, Landieri, Testa, Lombardi, Spina. All: A. Marigliano

Turris: Cinque, Cardamone, Gravina, Fabiano, Oliva, Ilardo, De Simone, Iovine, Memoli, Formisano, Paladino. A disp: Lepre, Trotti, Cozzolino, Brandi, Salzano, Borriello, Spinello. All: Cardamone G.

Era lo scontro di Davide contro Golia, la corazzata Turris (costruita per vincere a mani basse) contro l’Oratorio Don Guanella Scampia (una realtà ricca di talenti e ben organizzata), prima della gara gli “scugnizzi di Scampia” sembravano avere il destino segnato, ma spesso le favole hanno un lieto fine, anche se siamo solo al primo atto. I corallini si presentano a Scampia spavaldi e sicuri di fare bottino pieno, al loro arrivano a Scampia non sapevano nemmeno che la prima squadra dei guanelliani militava nel campionato di Promozione; per il loro blasone la Scampia calcistica è sconosciuta; ma a fine gara si accorgeranno che a Scampia si fa calcio nel vero senso della parola con tanta competenza e dedizione al lavoro. Ad inizio gara sono gli ospiti a voler avere in mano il pallino del gioco per dimostrare la superiorità fisica e tecnica, ma mr. Marigliano ha preparato bene la gara e le sortite offensive degli avversari sono neutralizzate dalla coppia Mastrocinque G. – Belsito (classe 2000). Dopo la sfuriata iniziale degli ospiti i padroni di casa iniziano a farsi pericolosi dalle parti del portiere avversario; al minuto 25′ i corallini restano di stucco: punizione dalla trequarti di Camillo Ragozzino, Belsito finge di colpire di testa e la palla s’insacca, l’Hugo Pratt è in delirio; gli sconosciuti ragazzi di Scampia sono in vantaggio. Fino alla chiusura della prima frazione gli ospiti sono pericolosi solo per alcuni errori individuali dei guanelliani. Nella ripresa il copione non cambia, la Turris vorrebbe pareggiare ma davanti si trovano un muro. Al minuto 70′ la Turris resta in dieci per l’espulsione di Ilardo per doppia ammonizione, la salita è ancora più dura. La superiorità numerica sembra bloccare i guanelliani e la Turris diventa padrone del campo ma le sortite offensive non producono alcuna occasione degna di nota. Mr. Andrea Marigliano capisce il momento di difficoltà e con una grande mossa tattica cambia modulo e si affida ad un 4-3-3 offensivo per cercare la rete del raddoppio. Una mossa che diventa vincente, la Turris subisce le avanzate degli “scugnizzi” e al minuto 90′ il neo entrato Antonio Spina (classe 2001, proveniente dalla cantera guanelliana categoria Mini Allievi) raddoppia per i locali ben imbeccato da Aveta (classe 2000 prodotto del vivaio guanelliano) e l’Hugo Pratt diventa una bolgia. La Turris è gelata e i guanelliani sono in paradiso, un 2-0 che dovrà essere difeso al ritorno a Torre Del Greco. Un risultato che potrebbe spalancare le porte ad una storica qualificazione alle semifinali. Gli scugnizzi” di Scampia, sconosciuti prima della gara dagli avversari, hanno fatto capire anche a chi milita in categorie superiori e sceglie con accortenza i prodotti per il vivaio, che le favole esistono. A Scampia i ragazzi vivono di calcio.

Comunicato Stampa Oratorio Don Guanella

Condividi

About Redazione

85 queries in 5,204 seconds.