Napoli-Milan 2-1. Gli azzurri mandano il diavolo all’inferno

Inserito da il 18 novembre, 2017 alle ore 10:50 pm

Il Napoli stende il Milan 2-1 grazie alle reti dello scugnizzo Lorenzo Insigne e del talento polacco Zielinski. Vittoria che permette agli azzurri di mister Sarri di restare anche in vetta a quota 35 punti. Trionfo che fa morale e da ancor di più consapevolezza nei propri mezzi al club partenopeo.

PRIMO TEMPO — Partita subito molto intensa, sin dai primi l’intimo di gioco, con il Milan che aggredisce subito alto gli azzurri, per impedire agli uomini di mister Sarri il fraseggio facile. Prima chance per il Napoli al 12’, con la solita giocata di Insigne, il quale pesca la testa di Cellejon, che da posizione defilata indirizza la palla sul primo palo, ma Donnarumma respinge fuori. Poco dopo arriva un’alta opportunità per gli azzurri con un colpo di testa di Albiol, trovato da un’ottimo cross da angolo di Mario Rui, ma lo spagnolo ex Madrid manda la sfera di poco fuori. Al 24’ Mertens ci prova da fuori con un tiro troppo centrale, che Donnarumma para senza problemi. Dopo tre minuti arriva il primo tiro in porta dei rossoneri con lo spagnolo Suso, ma Pepe Reina blocca tranquillamente. Al 28’ è ancora il Napoli a farsi avanti, con il belga Mertens che serve la sfera ad Allan, il quale calcia ma debolmente, regalando una palla facile da bloccare a Donnarumma. Gli azzurri insistono. Infatti al 30’ Hamsik da posizione defilata effettua un tiro-cross, ma anche qui l’estremo difensore del Milan respinge. Subito dopo è ancora lo slovacco azzurro a provarci, e lo fa da fuori, calciando un bolide verso la porta rossonera, tiro che il portiere classe 99’ del club milanese para in due tempi. Al 32’ i partenopei si portano in vantaggio con una grande palla di Jorginho che trova Insigne, lo scugnizzo numero 24 che a tu per tu con Donnarumma non sbaglia, insaccando la palla in rete. Dopo il goal del vantaggio l’arbitro Doveri ferma tutto per fuorigioco. Dopodiché lo stesso giudice di gara consulta il Var, e concede la rete. Altra chance per gli azzurri dove Insigne pesca di testa Mertens, ma l’ex PSV viene anticipato prontamente dall’estremo difensore rossonero. Ancora Napoli. Al 46’ Reina con un suo rinvio manda direttamente in porta Insigne, che face to face con Donnarumma spedisce la palla sul palo. Ma subito dopo l’arbitro ferma tutto per fuorigioco. Al 48’ Montella è costretto ad un cambio forzato: fuori Suso per infortunio, dentro André Silva. Nei minuti finali della prima frazione, è ancora Insigne a seminare il panico tra i rossoneri, con uno dei suoi classici tiri a giro, parato però da Donnarumma. Primo tempo tutto azzurro.

SECONDO TEMPO — Nella ripresa è ancora il Napoli a dettare legge. Infatti al 48’ con un destro di Mertens, ma Donnarumma para. Al 50’ altro passaggio filtrante di Jorginho che trova il capitano Hamsik, il quale calcia in diagonale, ma anche in questo caso il portiere del diavolo rossonero respinge. Chance Milan al 59’ con Kessie che si libera sulla destra, dopodiché crossa in area ma Koulibaly anticipa tutti. Un Mario Rui in questi minuti un po’ in difficoltà. Infatti al 66’ Sarri cambia: fuori proprio Rui, dentro Maggio che va a coprire la fascia destra mettere Hysaj passa sinistra. Altro cambio al 69’ per gli azzurri: fuori Hamsik, dentro Zielinski. Al 73’ il Napoli raddoppia con una grandissima giocata di Mertens che manda solo verso la porta rossonera il neo entrato Zielinski che di sinistro manda la sfera sotto le gambe di Donnarumma e insacca la palla in rete. Tenta di rispondere il Milan con un tiro da fuori di Bonaventura, ma Reina para. Al 77’ arriva il secondo cambio in casa Milan con Abate che subentra al posto di Borini. Terzo ed ultimo cambio per il Napoli al 79’ con il croato Rog che prende il posto dello spagnolo Callejon. Il Milan il doppio svantaggio non molla. Infatti all’80esimo i rossoneri sfiorano la rete con un colpo di testa di Kalinic, respinto prontamente da Reina. All’84’ arriva l’ultimo cambio del Milan: dentro Biglia, fuori Montolivo. Nei minuti di recupero i rossoneri di Montella accorciano lo svantaggio con un grande goal di Romagnoli. Rossoneri che si spingono alla ricerca del goal del pareggio, senza però trovarlo. Napoli che porta a casa un’altra vittoria, che permette agli azzurri di restare in vetta.

 

Nunzio Marrazzo 

Condividi

About Redazione

101 queries in 5,188 seconds.