yobit.net официальный сайт cryptopia биржа hitbtc login
Giffoni Sei Casali. Poker che vale la Promozione: salernitani in festa - Sportcampania.it - Sportcampania.it

Giffoni Sei Casali. Poker che vale la Promozione: salernitani in festa

Inserito da il 10 Giugno, 2018 alle ore 8:59 pm

GIFFONI SEI CASALI (SA) | Finalmente è arrivata la Promozione. Dopo un lungo e tortuoso campionato, il Giffoni Sei Casali brinda al raggiungimento dell’agognato traguardo liquidando con un perentorio 4-1 le Aquile Rosanero Caserta davanti a una bella cornice di pubblico accorsa numerosa al “Giannattasio”. Premiate le scelte di mercato operate in estate dalla dirigenza all’unisono e il lavoro certosino di mister Antonio Di Muro e del suo staff per tutta la stagione. Dopo tre anni di assenza la città di Giffoni Sei Casali torna in Promozione, mentre non riesce la seconda impresa di questa post-season alle Aquile Rosanero che a Prepezzano hanno tenuto testa per tutto il primo tempo ai grifoni per poi cedere complice anche le fatiche delle precedenti gare. Passando alla cronaca del match, nel primo tempo tanto studio da ambo le parti, il primo pericolo dell’incontro lo creano gli ospiti con Barletta che su palla persa da Bracciante trova i riflessi di Lamberti in corner. Al 20’ Minella se ne va sulla destra e serve Mazzeo in area ma la punta giffonese non riesce ad impensierire Cerreto. Tutta la prima frazione scorre senza particolari sussulti fin quando al 44’ un ispirato Minella serve in contropiede Salzano che entra in area e viene steso da Rocco: per il signor Piscopo è rigore e ci pensa lo stesso Minella dal dischetto a mandare avanti i locali. Nella ripresa i casertani inseriscono il talismano Toscano al posto di Ndiaye ma il Sei Casali è lanciatissimo e concede pochissimo alle punte di mister Paradiso. Al 55’ Minella ci prova dal limite ma una deviazione evita il raddoppio, dal corner Salzano pesca Iacovazzo che al centro dell’area gira male di destro, permettendo a Cerreto di bloccare facilmente. Intorno al quarto d’ora il forcing picentino viene premiato con l’ennesimo perfetto contropiede innescato da Tedesco, palla a Minella che serve in profondità Mazzeo e per il puntero giffonese è un gioco da ragazzi superare Cerreto in uscita. Passano giusto sette minuti e i giallorossi regalano un’altra perla al pubblico giffonese: Minella dalla sinistra entra in area e serve Salzano in area che di tacco beffa Cerreto e realizza il tris. Al 76’ il portiere ospite si supera egregiamente su un rigore in movimento calciato dal solito Minella. Al 90’ le Aquile Rosanero realizzano il gol della bandiera con Picozzi che supera Lamberti in uscita, mentre al 93’ alla festa del gol partecipa anche il folletto Iacovazzo: Iovane dalla sinistra trova Minella, sponda deliziosa per Iacovazzo che toglie la ragnatela dal sette alla sinistra di Cerreto. Al triplice fischio esplode la festa del Sei Casali per la tanto agognata Promozione con i giocatori che portano in trionfo patron Nicola Cardillo e mister Antonio Di Muro, principali artefici di questa vittoria.

GIFFONI SEI CASALI 4-1 AQUILE ROSANERO CASERTA

[Giffoni Sei Casali (SA), 10-06-2018 | “Giannattasio” | ore 16:30]

GIFFONI SEI CASALI: Lamberti, Giannattasio (79’ Malangone), Brigantino, Gae. Bracciante (87’ Gio. Bracciante), Lioi, Coppola, Salzano (72’ Fierro), Tedesco (84’ Iovane), Mazzeo, Minella, Iacovazzo.

A disposizione: Scarpinati, Voto.

Allenatore: Di Muro.

AQUILE ROSANERO: Cerreto, Zampetti (70’ Pianese), Rocco (57’ Ferraro), Cristiano, Verdone, Campana, Papa, Ndiaye (46’ Toscano), Barletta (77’ Picozzi), Portone (82’ Corvino), Rossi.

A disposizione: Pisciotta, Ottobre.

Allenatore: Paradiso.

ARBITRO: Piscopo (Frattamaggiore).

RETI: 44’ rig. Minella (G), 61’ Mazzeo (G), 68’ Salzano (G), 90’ Picozzi (A), 93’ Iacovazzo (G).

NOTE: pomeriggio soleggiato, spettatori 300 circa. Ammoniti Tedesco, Coppola, Lioi, Giannattasio, Iacovazzo (G), Ndiaye, Rocco, Campana, Rossi, Barletta, Cristiano (A).

 

Addetto stampa Gennaro Granozio

Condividi

About Gianfranco Collaro

110 queries in 6,114 seconds.