Feldi Eboli. Il cuore non basta, volpi sconfitte dal Came Dosson, Serratore: “Continuiamo a lavorare sodo”

Inserito da il 29 ottobre, 2017 alle ore 11:14 am

Meglio “brutti, sporchi e cattivi” piuttosto che “poveri ma belli”! Non è una critica cinematografica tra i film di Ettore Scola e Dino Risi, ma la sintesi delle parole di Gaetano Di Domenico, il presidente della Feldi Eboli che alla vigilia della trasferta contro la Came Dosson ha spronato i suoi. I rossoblù escono ancora una volta a testa alta dalla sfida in Veneto, dove sono stati sconfitti di misura ad un decimo dalla sirena finale.

LA GARA – Pronti via e Feldi Eboli avanti, grazie alla rete di Fornari dopo appena 13”, con il pivot rossoblù che dal limite sorprende la difesa di casa. Volpi scatenate e sfortunate, prima Bico poi Fornari trovano in Morassi l’estremo baluardo. Si ridesta dallo shock iniziale la Came, cercando di prendere il pallino del gioco: la conclusione di Sviercoski sibila vicino al palo. Pasculli deve fare gli straordinari su Bellomo e Grippi, replica il collega di casa fermando Baron. Schiochet si fa strozzare l’urlo di gioia ancora da Pasculli, bravo a deviare in corner sul finire della prima frazione, che termina con la Feldi Eboli in vantaggio di misura. La ripresa vede Grippi regalare il pareggio alla Came con un diagonale imparabile, mezzo giro di lancette e la Feldi rimette la freccia grazie ad un gran tiro di Nicolò Baron. La formazione di casa non ci sta, al 13’ della ripresa gioca la carta del portiere di movimento: mossa vincente con Vieira che centra il pari. Un minuto di sbandamento sulla sponda Feldi Eboli, che concede ancora spazio all’avversario che ribalta la gara sempre con Vieira. Replica il portiere avanzato anche mister Ronconi, è nuovamente Baron a far esultare il popolo rossoblù con la rete del 3-3. Si procede col portiere avanzato in casa Came, che gioca il tutto per tutto su una sola azione, in pieno stile basket è Ragel a trovare il “canestro” a un decimo dalla sirena: 4-3 da shock.

SERRATORE – La gara analizzata dal direttore tecnico della Feldi Eboli Marcello Serratore: “Perdere una partita ad un decimo di secondo alla fine penso sia la sintesi della bellezza e della crudeltà di questo sport. Forse a volte bisogna essere meno belli ma vincenti però in questo caso non possiamo che parlare di mala sorte, né di errori o di inesperienza; purtroppo perdere in questo modo fa solo tanto male. Dobbiamo solo rimboccarci le maniche e lavorare ancora di più, sappiamo che adesso il morale è sotto i tacchi però abbiamo l’esperienza giusta per risalire quindi da domani testa già prossimo delicato impegno contro la Lazio. Oltre all’assenza sicura di Dé, abbiamo avuto un altro infortunio abbastanza grave: Jorginho sarà sicuramente out per la prossima partita. Dobbiamo fare di necessità virtù, continuare a lavorare sodo e buttare il cuore oltre l’ostacolo.”

“HALLOWEEN GAME” – Turno infrasettimanale contro la Lazio, mercoledì 1 novembre alle 18:00 il calcio d’inizio al PalaDirceu, diverse iniziativesaranno messe in campo per tutti i presenti all’impianto di Eboli. Non solo “trick-or-treat”, ma anche t-shirt e gadget con giochi a premio, ma la cosa più preziosa sono i punti in palio nella gara, si spera nel “dolcetto” piuttosto che ennesimo “scherzetto” !

Ufficio Stampa Feldi Eboli

Condividi

About Redazione

88 queries in 5,173 seconds.