Feldi Eboli. Bico e compagni stendono la Lazio, Ronconi: “Meritavamo qualcosa in più nel risultato”

Inserito da il 1 novembre, 2017 alle ore 9:21 pm

“Tutta la curva vi rende onore, ma vincere ci riempie il cuore”. Questo lo striscione d’accoglienza della tifoseria rossoblù per Feldi Eboli e Lazio, gara valida per la 7a giornata di campionato Serie A PlanetWin365. Un endorsement che fa gonfiare il petto agli atleti di patron Di Domenico, vogliosi di concedere il sorriso a tutto l’ambiente, squadra e staff inclusi. Intanto il PalaDirceu si riempie, sul tema di Halloween gadget e facce sorridenti sugli spalti.

LA GARA – Mister Ronconi manda nell’arena i primi cinque gladiatori: Gilli, Baron, Pedotti, Bico e Fornari per lo starting five. Parte con veemenza la squadra di casa in maglia rossoblù, sospinta da un pubblico più caldo che mai,“Feldi, Feldi, Feldi” risuona come una sinfonia orchestrale dietro le manovre della squadra di casa. Se il pubblico dirige, è Pedotti a fare il solista firmando la rete del vantaggio che fa letteralmente esplodere di gioia i suoi e tutti i presenti. Le manovre hanno il fiato corto, con cambi di fronte repentini, l’ex Perri cerca un compagno al centro, prova a metterci una pezza Tiziano Chilelli, ma devia nella propria rete per il raddoppio della Feldi Eboli. Ripartenza fulminea di Frosolone che assiste Nigro, la conclusione dell’ebolitano illude il PalaDirceu centrando la traversa e rimbalzando poco fuori. La Lazio prova a ridestarsi cercando la conclusione dalla distanza, prima Chilelli poi Pichi impattano contro la diga eretta da Gilli&co. L’estremo ospite diviene l’uomo avanzato della formazione di mister Angelini, Laion però non riesce a trovare varchi per le sue traiettorie insidiose, rimediando un’ammonizione durante una sortita d’attacco. Implacabile Jader Fornari sugli sviluppi di un corner, il brasiliano gonfia la rete del 3-0 a metà della prima frazione. Al 16’ la Lazio commette il quinto fallo su un Arillo lanciato a rete, poco dopo è la rasoiata di Fornari a fare la barba all’incrocio dei pali difesi da Laion. Arriva l’inesorabile legge del gol, dopo diverse occasioni mancate, la Lazio accorcia con il 3-1 a 16’58’’ di capitan Fortini. La fortuna dà, la fortuna toglie, la manovra asfissiante premi la Feldi Eboli con la carambola tra Frosolone e Fortini per il4-1, ma a 2 decimi dalla sirena è Gedson a ridurre le distanze con il 4-2 che manda le squadre al riposo. Pronti, via e Bico inserisce quinta e sesta marcia, il tabellino segna 6-2 dopo appena 40” secondi della ripresa. I biancocelesti le provano tutte, a turno Laion e Bizjak agiscono da portiere avanzato, è ancoraFortini a rendersi protagonista con la rete del 6-3 a 5’26’’. Momento di stasi dei rossoblù che concedono spazio alle avanzate biancocelesti, la Lazio accorcia ancora con la rete fortunosa del 6-4  di Castaldo, complice la deviazione di Baron a 10’46’’. Non c’è più spazio per errori in questa gara, la Feldi Eboli raggiunge i cinque falli su una topica del direttore di gara, poi Fortini si carica ancora una volta la squadra sulle spalle e col 6-5 porta la Lazio allo svantaggio minino a 16’49’’ st. Ci pensa Bico Pelentir ad aumentare il vantaggio sfruttando una punizione a metà campo a 17’50’’, 7-5 e torna il profumo dei 3 punti. Mentre l’odore della vittoria inebria il PalaDirceu, è Nicolò Baron a mettere il sigillo con la rete dell’8-5 a 18’31’’st. Finisce nell’estasi totale di una piazza che non ha mai smesso di sostenere i propri beniamini, seppure il morale non era ai massimi storici.

“GARA PER GARA” – Jader Fornari è stremato “Quando sei in una situazione critica di classifica arriva la paura, anche se sei in vantaggio. Ringrazio il pubblico che ci ha spinto sempre, ora proseguiamo una gara per volta per cercare la risalita”. Fiducioso l’atleta rossoblù che prosegue: “Questa vittoria ci regala fiducia per il prosieguo, ma pensiamo prima all’Imola, poi vedremo”.

“PAURA DI VINCERE” – Entusiasta a fine gara il tecnico della Feldi Eboli:  “Bellissima gara, soprattutto nel primo tempo meritavamo qualcosa in più nel risultato. Nella ripresa dopo i due gol istantanei ci è venuto il braccino corto, poi un Bico straordinario e Baron hanno messo la firma sulla vittoria”. Poi Ronconi sui prossimi impegni: “Imola e Latina? Mi aspetto di giocare con la convinzione e il carattere di questa sera”.

“EBOLI MERITA DI PIU’” – Rammaricato mister Angelini della Lazio: “Il pubblico si è divertito, tanti gol, tante azioni. Peccato per la brutta partenza dei miei, abbiamo cercato di riprenderla, loro avevano paura dopo tante gare perse anche se meritavano molto di più. A mio parere la Feldi Eboli potrebbe essere tra le prime 8 della classifica, ha un roster di qualità e un tecnico di comprovata esperienza. Siamo arrivati senza troppa cattiveria, non siamo riusciti ad alzare la concentrazione contro questa squadra”.

NEXT MATCH – L’iniezione di fiducia con la vittoria odierna spedisce la squadra di Ronconi con rinnovato spirito alle prossime sfide, sabato 4 novembre le volpi del futsal saranno di scena in Emilia Romagna, in casa dell’IC Futsal, calcio d’inizio alle 18:00 con diretta streaming dalla pagina face book della Feldi Eboli.

Ufficio Stampa Feldi Eboli

Condividi

About Redazione

88 queries in 4,916 seconds.