FC Sant’Agnello. KO col Solofra, irpini avanti in coppa, Russo: “Pensiamo al campionato”

Inserito da il 12 ottobre, 2017 alle ore 11:33 am

In formazione altamente sperimentale, il Sant’Agnello sfrutta l’opportunità che offre la Coppa Italia per dare minutaggio a tanti calciatori alla ricerca della forma migliore, e verificare l’apporto in termini di cattiveria agonistica dei tanti under in organico in vista del campionato. Debutto stagionale tra i pali per Zurino, che fa rifiatare Stinga sempre presente in tutte le competizioni. Il jolly De Stefano va a comporre il muro centrale con Buonomo, a destra “prima” da titolare per Cascone dopo i 20 minuti di Solofra in luogo di Lazzazzara, mentre sul lato opposto macina kilometri Vanacore grazie ad una duttilità che gli permette di disimpegnarsi con fluidità in diversi ruoli. In mediana Veniero accompagna Gargiulo V. che torna il campo dopo il derby vinto con il Sorrento, debutto anche per il 2000 Ferrara che accompagna Gargiulo L., con i guizzi a cui aveva abituato la platea peninsulare che iniziano a diventare sempre più continui e costanti. Attacco leggero con licenza di svariare per il furetto Minicone, che parte in verticale rispetto a Marino, ma senza dare punti di riferimento abbassandosi spesso a ricevere palla per poi allargarsi e favorire gli inserimenti centrali verso la porta di De Luca.

I costieri mantengono il pallino del gioco, praticando un fraseggio prevalentemente per vie orizzontali a causa della presenza di tanti uomini in maglia gialloblù a fare densità in mezzo al campo, e riuscendo con difficoltà a trovare gli spazi per l’imbucata letale. Vanacore prova a sorprendere De Luca con un tiro-cross da posizione defilata ma la sfera si perde sul fondo, mentre poco dopo Minicone inventa per il taglio di Gargiulo L. che non arriva per un nulla alla deviazione vincente. Zurino è attento smanacciando oltre la linea laterale un calcio piazzato insidioso di Olimpo. Al 26’ servono le maniere forti per fermare Minicone in progressione centrale, la punizione seguente è sulla mattonella di Marino con la sfera che scheggia la traversa perdendosi sul fondo. Poco dopo Izzo salva su Marino perfettamente imbeccato da Minicone, quindi al 40’ Zurino fa valere fisicità e senso della posizione per ipnotizzare Balzano da distanza ravvicinata.

Rapolo semina il terrore tra la difesa biancazzurra, con la conclusione finale contrata in corner. Il Solofra prova a spingere, Spina riceve sul filo del fuorigioco, gran botta a incrociare e miracolo di Zurino che a mano aperta toglie il pallone dall’angolino indirizzandolo oltre la linea di fondo. Al 77’ Lauro non sa approfittare di uno svarione della retroguardia ospite sparando su De Luca da pochi metri, quindi lo stesso attaccante classe 2000 vince un contrasto tutto muscoli e fisicità: palla per Gargiulo L. e magico esterno destro per la corsa di Minicone che sfiora l’incrocio dei pali. Aiello batte in velocità un calcio di punizione e serve l’onnipresente Minicone (passato nel frattempo da seconda punta a esterno sinistro): sassata violentissima di collo esterno che fa venire i brividi all’estremo difensore irpino. De Stefano salva in estirada su Pignataro, poi la malasorte si accanisce sulla squadra di Giulio Russo che a tempo ormai scaduto subisce una ripartenza finalizzata da Rapolo con la rete che regala la vittoria alla squadra ospite producendo il minimo sforzo. I biancazzurri terminano quindi la gara con 6 under con l’ingresso di Nocerino, Lauro, Perna (già in prima squadra in pianta stabile) e quindi Aiello e D’Esposito (10 e 45 minuti raccolti rispettivamente dai due giovani costieri in stagione nelle precedenti uscite).

Queste le parole del mister Giulio Russo a fine gara: “Il risultato dell’andata ha inevitabilmente condizionato la gara di questo pomeriggio, ed ho ritenuto perciò opportuno dare spazio a chi finora aveva messo meno minuti nelle gambe. Ci sono state ottime risposte sul piano del carattere: ho visto una squadra che, seppur a tratti in maniera confusionaria nel primo tempo, provava a fare qualcosa per portare il risultato a proprio favore. Nella ripresa abbiamo disposto di 2/3 palle-gol limpidissime per passare in vantaggio, non le abbiamo sfruttate e a tempo scaduto abbiamo addirittura subito una ripartenza che ha permesso al Solofra di far propria la gara a conferma di un periodo in cui tutto ci gira storto. La gara di oggi ci serviva soprattutto come allenamento, sono entrati quasi tutti i ragazzi in panchina che hanno così potuto mettere benzina nelle gambe in vista dell’importante match di campionato che ci vedrà opposti domenica a Faiano. Partite simili ci permettono di fare alcuni esperimenti, il 4-4-2 ci dà l’opportunità di fare un altro tipo di gioco che può tornare utile in vista dei prossimi impegni. Minicone ha dato tantissimo, nel secondo tempo l’ho riportato sulla sua fascia preferita dove ha messo in apprensione il diretto marcatore creando scompiglio ed alcune ghiotte chance buttate via per mancanza di cattiveria sotto porta. Archiviata la Coppa, ci concentriamo soltanto sul campionato con l’obiettivo rivolto al raggiungimento della salvezza”.

SANT’AGNELLO – SOLOFRA 0-1

Rete: 45’+2 st Rapolo

SANT’AGNELLO (4-4-2) Zurino; Cascone (16’ st Perna), Buonomo, De Stefano, Vanacore; Ferrara (1’ st Lauro), Gargiulo V. (29’ st Aiello), Veniero (1’ st Nocerino), Gargiulo L.; Minicone, Marino (35’ st D’Esposito).
A disp: Malafronte, Serrapica.
All: Russo

SOLOFRA (3-5-2) De Luca; Vuolo, Catalano, Esposito; Battista A. (11’ st Pignataro), Meo, Olimpo, Di Zenzo (35’ st Avallone), Izzo (21’ st Rapolo); Battista S. (29’ st Gallo), Balzano (16’ st Spina).
A disp: Sorrentino, Arzeo.
All: Messina

Arbitro: Michele Palomba della Sezione AIA di Torre del Greco (Cirillo/Scarfati)

Note: Ammoniti: Vuolo (SOL), Buonomo (SAN), Gargiulo V. (SAN). Corner: 5-2. Recupero: 1’ pt, 2’ st.

Giovanni Minieri
Area Comunicazione
Fc Sant’Agnello

Condividi

About Redazione

85 queries in 4,885 seconds.