Ercolanese. Sicilia terra “maledetta”

Inserito da il 12 febbraio, 2018 alle ore 2:59 pm

All’indomani dalla sfida contro il Gela, dove l’Ercolanese ha rimediato una sconfitta saltano agli occhi le statistiche dei granata in terra sicula.

Una sconfitta beffarda quella rimediata dalla formazione di Gigi Squillante, arrivata nel secondo tempo a causa di un errore di Mascolo, sul debole tiro dalla distanza di Bonanno.

Non è questo, però, il solo risultato beffardo per la squadra della città degli scavi, soprattutto in Sicilia, dove il bottino raccolto dall’Ercolanese è davvero magro. Quattro trasferte e solo quattro punti raccolti figli di una vittoria, quella contro il Paceco alla prima di campionato, e di un pareggio, quello contro il Palazzolo.

Fatta eccezione per la partita contro la Sancataldese, dove la squadra granata ha sfoggiato una prestazione non all’altezza degli standard a cui ha abituato, meritando quindi la sconfitta, per gli altri si tratta della solita beffa.

Sconfitta, quindi, a Gela e Sancataldo, un pareggio a Palazzolo ed una vittoria a Paceco. Come detto fatta esclusione per la sconfitta contro la Sancataldese, l’Ercolanese è tornata a casa con meno di quanto raccolto sul campo, dilapidando tante palle gol.

Emerge ancora una volta il tallone d’Achille della squadra granata: manca cinismo sotto porta. Una lacuna questa sulla quale il tecnico sta lavorando sin dalla prima di campionato. Ne è l’esempio proprio la sfida contro il Gela di ieri. Tredici occasioni create, di cui un gol e due rigori negati.

Tra due settimane le statistiche dell’Ercolanese potrebbero migliorare, infatti è in programma la gara di ritorno contro l’Acireale. Prima di questo però, testa alla Gelbison che già a Vallo ha strappato i punti ai granata sul filo del triplice fischio.

PH Credit Antonella Scippa

Cristina Mariano

Condividi

About Cristina Mariano

95 queries in 8,937 seconds.