Ciclismo. Medaglia d’Oro Maria Santissima di Gerusalemme, in volata la firma di Salvatore Ebarone

Inserito da il 18 aprile, 2017 alle ore 5:25 pm

La 39°edizione della Medaglia d’Oro Maria Santissima di Gerusalemme è andata in scena a Bellona all’insegna di un avvincente sprint a ranghi compatti dominato dal campano di Cardito Salvatore Ebarone. Nulla hanno potuto Alessandro Di Giuseppe e Mattia Pomenti, i due atleti laziali saliti sul podio della tradizionale classica del ciclismo giovanile di Pasqua riservata alla categoria allievi con l’organizzazione congiunta del Pedale Bellonese e del comitato festeggiamenti Maria Santissima di Gerusalemme.

I 56 corridori alla partenza in rappresentanza di 20 squadre (da Campania, Puglia, Lazio, Basilicata, Toscana e Friuli Venezia Giulia) hanno affrontato i 57,6 chilometri del percorso pianeggiante, ripetendo 6 volte un anello di 9,6 chilometri attorno Bellona, nonostante un avvio di gara segnato dalla pioggia battente. Con il gruppo prevalentemente compatto per tutta la durata della corsa, una media oraria superiore di poco ai 40 km/h e l’insidia delle strade bagnate, le emozioni principali le ha riservate lo sprint finale dove Salvatore Ebarone (GS Autotrasportatori Napoli-Di Micco Bike) ha avuto la meglio con una poderosa volata partendo ai 200 metri nonostante i grandi sforzi di Alessandro Di Giuseppe (Velosport Ferentino) e Mattia Pomenti (Il Pirata Evolution-IP Zannoni) per rimontare Ebarone sulla linea d’arrivo.

A ridosso del podio e fino alla quindicesima posizione si sono classificati nell’ordine Luigi Amoruso (Team Balzano-Raffaele Di Sarno), Andrea Spaziani (Velosport Ferentino), Ernesto Arcangeli (Scuola di Ciclismo Senza Confini), Gaetano Velleca Romano (D’Aniello Cycling Wear), Giuseppe De Feudis (Andria Bike), Federico Cardone (Il Pirata Evolution IP Zannoni), Augusto Visca (Velosport Ferentino), Luca Marziale (Il Pirata Evolution IP Zannoni), Mario Coppola (Flessofab), Mario Iannone (AS Montoro 1927-Stefano Garzelli Team), Daniele Vito Alberga (Leonessa Takler-Ceglie Bike) e Salvatore De Rosa (GS Autotrasportatori Napoli-Di Micco Bike).

In occasione di questa gara, Salvatore Ebarone ha vestito la maglia di leader del Premio Antonio Leggiero, la challenge del ciclismo giovanile nella provincia di Caserta per la categoria allievi, con l’obiettivo di incentivare nei giovani la crescita e la dedizione al ciclismo, di migliorarne l’attività mediante una condotta integra, accompagnata da rinunce e sacrifici secondo l’obiettivo che vuole prefiggersi il comitato promotore della challenge nella persona di  Antonio Giordano, presidente del comitato provinciale FCI Caserta.

Alla presenza di Pino Cutolo (presidente della Federciclismo Campania), Massimo Salerno (vice presidente FCI Campania e assessore all’ecologia e all’ambiente per il comune di Bellona), Raffaele Salzillo (consigliere FCI Campania), Mario Mari (presidente onorario della Federciclismo Campania), Franco Verrone (presidente del comitato provinciale FCI Napoli), Mario Carrillo (presidente del Pedale Bellonese), Luigi De Crescenzo (presidente del comitato festeggiamenti Maria Santissima di Gerusalemme) e Salvatore Belardo (organizzatore del Giro della Campania in Rosa), gli sforzi organizzativi sono stati ampiamente premiati con una competizione perfetta nel suo svolgersi grazie al pregevole operato della direzione di corsa (Angelo Salvatore Letizia, Antonio Giordano e Massimo Pisani) ed un efficace apparato di sicurezza garantito dai Carabinieri (comandante Carmine Iannarella), dalle scorte tecniche di Boscoreale, dalla Protezione Civile e dal corpo dei Vigili Urbani, senza dimenticare lo staff medico-sanitario per tramite del dottor Nicola Mincione.

Luca Alò

Condividi

About Redazione

79 queries in 3,990 seconds.