Benevento. Vigorito: “I sei gol subiti domenica fanno male”

Inserito da il 18 settembre, 2017 alle ore 11:46 pm

Il patron del Benevento oggi ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di ‘Radio Crc’ in merito al match perso domenica pomeriggio contro il Napoli di Sarri: I sei gol subiti di ieri fanno male e fanno tanto male anche oggi. Napoli pronto per lo Scudetto? Noi abbiamo il dovere di salvarci, il Napoli ha il dovere di provarci per il titolo, è una squadra di vertice con una grande organizzazione tecnico-tattica, bisogna vedere se riesce a colmare il gap con la Juve, i torinesi sono nati per vincere mentre noi “anche” per vincere, dobbiamo togliere questo anche. Stamattina Baroni ha avuto un colloquio con i giocatori, io posso esprimere le mie sensazioni e devo dire che Sarri ha messo in campo la migliore formazione possibile, noi non siamo il Real Madrid e lo Shakhtar, ci siamo trovati subito sotto e con la spinta di un grande pubblico il Napoli ci ha dato qualche gol in più. Poi, che siano 6 o 4 gol non cambia molto, per fermare il Napoli ieri serviva il Paradiso terrestre. Troppo divario tra grandi e piccole? Sicuramente c’è un fattore economico, ma anche di come si è evoluto il calcio nel tempo. Tanti anni fa, nonostante il gap economico, c’era meno conoscenza del calcio globale e magari le piccole squadre potevano arrivare a talenti sconosciuti, ora invece i talenti cadono subito nella rete dei top club. Ci vorrebbe una migliore redistribuzione delle risorse economiche, soprattutto per lo spettacolo”.

Sul tecnico Marco Baroni: “Marco ha fatto un ottimo campionato di B conquistando una storia promozione, con lui c’è un dialogo costante, nel caso dovessimo pensare di cambiare guida tecnica sarà il primo a saperlo. Ieri non c’era la squadra al completo e questo ha contribuito a quel risultato. De Zerbi? Le voci nascono per vendere i giornali, ognuno fa il suo mestiere, io non ho mai pensato di cambiare tecnico, speriamo di riuscire a sbloccarsi con la Roma. Ringrazio i tifosi del Napoli che ci hanno applaudito per tutto il tragitto fino allo stadio”.

 

Nunzio Marrazzo 

Condividi

About Nunzio Marrazzo

105 queries in 5,677 seconds.