yobit poloniex hitbtc cryptopia amp for wordpress plugin
Battipagliese 1929. Zebrette tra Pastena e Sant'Anna: diatriba stadio - Sportcampania.it

Battipagliese 1929. Zebrette tra Pastena e Sant’Anna: diatriba stadio

Inserito da il 16 ottobre, 2018 alle ore 6:20 pm

Battipagliese tra il Sant’Anna e il Pastena, ma che giocherà al Figliolia di Baronissi. In una riga è stata sintetizzata l’attuale situazione della squadra del presidente Mario Pumpo.

Dopo una settimana ad allenarsi sul manto in terra battuta del Sant’Anna, la Battipagliese esce allo scoperto. Con l’ingaggio del rappresentante legale, Luca Muto, si apre una vera e propria questione stadio.

Attualmente l’impianto sportivo di Battipaglia viene gestito dalla scuola calcio Battipaglia Calcio, vincitrice della gara d’appalto dello scorso agosto 2017. La società infatti è stata l’unica a presentarsi, accaparrandosi, così, il diritto di gestione della struttura.

Ed è proprio da qui che nasce una lieve, seppur significativa diatriba. Le ambizioni e il cambio tecnico della Battipagliese ha messo in condizioni la società bianconera a chiedere maggior spazio e tempo per gli allenamenti della prima squadra. La scuola calcio, per non sembra aver accolto la richiesta, costringendo la Battipagliese ad emigrare. Attuale casa il Sant’Anna, storico impianto della stessa Battipagliese ma inagibile ad ospitare gare di queste categorie.

Infatti, per il prossimo incontro le zembrette saranno ospitate dall’impianto di Baronissi: “La scelta di andare a Baronissi è semplicemente dettata da una riorganizzazione tecnica che ha fatto si di un cambiamento nella gestione degli allenamenti che riguardava lo stadio “Pastena” -spiega il direttore generale della Battipagliese Francesco Ferraiuolo tramite un comunicato stampa- Questo ha fatto si che non collimassero le esigenze dei gestori dell’impianto battipagliese con quelle nostre. Essendo la Battipagliese la squadra che rappresenta la città di Battipaglia e intensificando di parecchio le sessioni di allenamento, ci siamo visti obbligati ad utilizzare lo stadio “Sant’Anna” per svolgere gli allenamenti settimanali. Siamo uomini di pace e non di guerra, sia ben chiaro, adesso vogliamo capire bene come gestire bene questa situazione del “Pastena” dando ampia disponibilità a rivederla in tutte le sue parti con l’ente gestore”. 

Cristina Mariano

Condividi

About Cristina Mariano

121 queries in 6,398 seconds.